Di Maio: passo indietro sull’euro

di Daniele Pace Commenta

Di MaioIl Movimento 5 Stelle fa un passo indietro sull’euro, e dopo aver fatto, in passato, campagna contro la moneta unica, adesso vuole restare nell’eurozona. Ad esternare la nuova linea economico-monetaria dei pentastellati è Di Maio, ospite da Bruno Vespa. Il leader designato dei Cinquestelle afferma infatti di non credere “sia più il momento per l’Italia di uscire dall’euro perché l’asse franco-tedesco non è più così forte”. Per Di Maio, il referendum sull’euro sarebbe un’estrema ratio. Piuttosto, nel Movimento, si pensa a rivedere i parametri del 3%, che non funzionano. Vanno quindi superati per facilitare gli investimenti. Questi porteranno più tasse e quindi aiuteranno a ridurre il debito.
Di Maio difende anche la Raggi sulla querelle rifiuti, spiegando come sia normale un aumento dei rifiuti sotto le feste, e come la tendenza di spedirli in altre città sia pratica normale per la Capitale. Più che altro, ci sarebbe da puntare il dito contro i presidenti regionali di Lazio, Emilia Romagna e Abruzzo, tutti dell’area Pd, e quindi politicamente schierati contro il M5S, secondo Di Maio, che vede in questa querelle piuttosto un avvio della campagna elettorale. Infine, e ultime parole, sono per la scelta, del Movimento, di una selezione pubblica dei candidati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>