Renzi piace alla Merkel, ma niente sconti sulle regole

di Alba D'Alberto Commenta

Angela Merkel

 

Un incontro importante quello che il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha avuto a Berlino con la cancelliera tedesca Angela Merkel. C’era stato sabato l’incontro con il Presidente francese Hollande, e Renzi è arrivato con le sue proposte di riforma su tasse e mercato del lavoro dalla Merkel che ha appoggiato i progetti.Un risultato non facile e non preventivabile, visto che la Merkel ha mostrato spesso di considerare soprattutto il rigore in materia economica. Nessuna illusione però, la Germania continua ad affermare che sulle regole non si discute.

Nella conferrenza stampa, la Merkel ha affermato: “Sono rimasta veramente impressionata, si tratta di un cambiamento strutturale”. La cancelliera tedesca ha fatto capire che per troppo tempo l’Italia ha rimandato le riforme strutturali necessarie e che le riforme proposte da Renzi vanno verso la direzione giusta. La Merkel si è soffermata sul “Jobs Act” tra le riforme maggiormente in linea con l’Europa ed ha ribadito che in tutti i casi sulle regole non si transige.

Renzi ottiene quindi il beneplacet per le sue riforme dal Paese più importante d’Europa con la Merkel che ha detto: ” Se l’Italia ha detto che rispetterà il patto di stabilità non vedo perché dovrei dubitarne”.

Il Presidente del Consiglio ha affermato che “L’Ue non è la causa ma la soluzione dei problemi. Quei partiti che lo dicono sbagliano. Le regole ce le siamo date insieme e sono importanti, ma occorre avere la forza di investire sul grande problema dell’Italia: con le misure di questi anni il rapporto debito-pil è cresciuto al 132% perché, nonostante l’avanzo primario, il nostro problema è la mancata crescita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>