Halloween di sangue a New York

di Daniele Pace Commenta

attentato new yorkÈ stato un Halloween di sangue quello di New York, con un attentatore solitario che ha investito un gruppo di persone sulle piste ciclabili del World Trade Center, provocando 8 morti e più di una decina di feriti. L’attentatore, un Uzbeko di 29 anni, è stato poi fermato dalla polizia. Sembra che l’attentatore fosse negli Stati Uniti con moglie e figli grazie alla Green Card, ma ora si accendono le polemiche su un altro fatto di sangue dalla matrice islamica. Il lupo solitario avrebbe infatti lasciato nel furgone un testamento spirituale pro-Isis, ma il famoso istituto Site aveva già preannunciato un attentato con il furgone nella città americana. Site, diretto da Rita Katz, è famoso per riuscire a prevedere molti attentati, perché monitora i siti islamici, anche se in molti hanno dei dubbi riguardo l’istituto, o la polizia. Se Site riesce ad anticipare questi eventi, perché la polizia non riesce a scongiurarli? Secondo la Katz, l’attentato era stato annunciato con la foto di un furgone sul giornale Rumiyah, dell’Isis, e un’altra foto era comparsa con un membro dell’Isis in posa proprio vicino ai luoghi oggetto dell’attentato di ieri. Anche il canale Telegram dell’Isis aveva esortato i suoi membri ad attaccare quei luoghi. Ma se tutto questo era nell’aria, perché è successo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>