Riduzione RCA possibile secondo Adiconsum

di Alessandro Bombardieri Commenta

Adiconsum ha stilato una lista delle problematiche ancora oggi esistenti...

rca

Come sostiene da anni ormai Adiconsum, non si è ancora mai vista la volontà da parte delle compagnie di assicurazioni RCA di abbassare i prezzi. L’associazione dei consumatori perciò ha stilato una lista delle problematiche ancora oggi esistenti, e sulle quali si potrebbe intervenire.

Frodi e speculazioni: la media delle frodi in Italia è del 2% ma in zone come la Campania si raggiungono punte del 20%. Esiste inoltre anche il problema delle auto non assicurate o che utilizzano certificati falsi, con picchi del 30% in questa categoria. Secondo Adiconsum è necessario istituire un’Agenzia Antifrode che operi in modo chiaro, per monitorare e contrastare questo brutto fenomeno tutto italiano.

Falsi invalidi: secondo Adiconsum basterebbe introdurre la rendita vitalizia nei risarcimenti per danni gravi alla persona al posto della liquidazione di capitale, per far saltare fuori tutti i casi di invalidi falsi, che ovviamente beneficiano di sconti sull’RCA.

Aumento artificioso dei danni: inserire un bonus sulla polizza a chi favorisce l’intervento del perito in tempo reale sul campo del sinistro, o a chi documenta fotograficamente il campo del sinistro.

Rendite di posizione: si potrebbero avere risparmi fino al 30% solamente rilanciando la conciliazione ed inserendo nel risarcimento diretto l’intervento di periti e medici terzi, la cui valutazione conclusiva impegni le parti.

Riparazione del veicolo: l’idea di Adiconsum è quella di creare un libretto di vettura con tutti gli interventi di riparazione eseguiti sul veicolo con foto del danno.

Servizio all’assicurato: esiste ancora il problema della garanzia del servizio per tutti quei contratti sottoscritti dai consumatori del sud considerate le numerose chiusure di agenzie ed uffici diretti in queste zone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>