Funzionamento delle agenzie di rating

di Vito Verna Commenta

Ecco un veloce ed esaustivo riassunto delle dinamiche di funzionamento delle agenzie di rating.

La notizia divulgata oggi dai principali quotidiani italiani in merito alla perquisizione della sede lombarda di Standard&Poor’s da parte della Guardia di Finanza di Milano su ordine della Procura della Repubblica di Trani, che ipotizza i reati di manipolazione dei mercati nonché di abuso di informazioni privilegiate, due tra i più gravi e peggiori reati, tra tutti quelli possibili, a carico degli operatori della finanza, ha destato sicuramente scalpore nonché preoccupazione tra i cittadini che, consci della propria ignoranza in merito al possibile funzionamento delle agenzie di rating nonché sulla condizione di disagio attualmente vissuta dall’Italia a causa del recente downgrade ad opera, appunto, di Standard&Poor’s, sono tornati a chiedere a gran voce spiegazioni nonché chiarimenti sia sul ruolo degli organi di vigilanza quali Moody’s, Standard&Poor’s e Fitch Ratings, sia sulla reale situazione economico-finanziaria attuale e futura dell’Italia nonché dell’Eurozona.

Proprio per questo motivo, per rassicurare i nostri lettori sia sulla concretezza economica dell’Italia, capace di reagire ottimamente, grazie alla manovra salva-Italia, alle difficoltà causate, soprattutto ed in primo luogo, dalla crisi da debito sovrano le cui conseguenze ed origini noi tutti conosciamo, sia dell’onestà intellettuale nonché del ruolo fondamentale delle agenzie di rating, vogliamo oggi presentare un video, realizzato da Isabella Buffacchi de Il Sole 24 Ore, che da le necessarie spiegazioni in merito alle scale ed ai gradini del rating di Moody’s, Standard&Poor’s e Fitch Ratings.

SCALE E GRADINI, ECCO COME FUNZIONA IL MONDO DEL RATING

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>