Chi è Spider Truman?

di Elena Botta 1

La domanda però che sta girando insistentemente sul web è, chi si cela dietro l'identità di questo paladino della giustizia che si palesa con la maschera sorridente di Guy Fawkes?

Su Facebook è nato in questi giorni un nuovo gruppo che si chiama I segreti della casta di Montecitorio, fondato da Spider Truman, un precario che, dopo 15 anni di onorato servizio presso Montecitorio è stato licenziato per cause non molto chiare.


Paladino dei precari d’Italia, dei lavoratori sfruttati, dei pensionati che non riescono arrivare a fine mese, Spider Truman è “uno, nessuno e centomila” e il gruppo ad oggi vanta ben 321.468 simpatizzanti.

La domanda però che sta girando insistentemente sul web è, chi si cela dietro l’identità di questo paladino della giustizia che si palesa con la maschera sorridente di Guy Fawkes?

E le supposizioni si sprecano ma la più accreditata è che si tratti di Leonida Maria Tucci, uomo di 41 anni, con due figlie e un lavoro da precario di 15 anni presso il Senato della Repubblica.

Tucci infatti pare che abbia lavorato prima all’ufficio stampa di Alleanza nazionale, poi nel gruppo del Pdl (ma soltanto per un breve periodo).
Nell’aprile del 2008 ha smesso di lavorare a Montecitorio e da lì è iniziata una vicenda processuale contro il partito in cui lo accusa di danni per mobbing e per la differenza contributiva e retributiva.

Se non ha fondato lui il gruppo si pensa alla moglie, in quanto, in una recente intervista, ha dichiarato che potrebbe trattarsi di qualcuno vicino a loro e che si è preso a cuore la causa.

Ad oggi il mistero è ancora fitto sul’identità di Spider Truman ma è un caso mediatico che sta scuotendo tutta l’Italia da Nord a Sud; ora bisogna vedere se sarà il solito fuoco di paglia o se diventerà un vero e proprio movimento che attui qualcosa di concreto e non solo parole al vento.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>