Chi è Luigi Bisignani?

di Elena Botta 4

Luigi Bisignani risulta essere un membro della loggia massonica della P2 di Licio Gelli ed è considerato uno degli uomini più potenti del nostro paese, anche per le assidue frequentazioni con i politici più potenti d'Italia.

In quest’ultima settimana è sulla bocca di tutti il nome di Luigi Bisignani e molti si domandano chi sia e che cosa faccia.
Luigi Bisignani è nato a Milano nel 1953, è figlio di un alto funzionario della Pirelli ed è un ricco faccendiere italiano; si laurea in economia e commercio a Milano e poi si trasferisce a Roma, dove inizia a lavorare come direttore dell’ufficio stampa del ministro del Tesoro Gaetano Stammati durante i governi di Giulio Andreotti tra il ’76 e il ’79 e come cronista per l’agenzia di stampa Ansa.
Luigi Bisignani risulta essere un membro della loggia massonica della P2 di Licio Gelli ed è considerato uno degli uomini più potenti del nostro paese, anche per le assidue frequentazioni con i politici più potenti d’Italia.



Ex compagno di Daniela Santanchè, è anche molto amici di Gianni Letta, che è uno dei nomi maggiormente ricorrenti dell’inchiesta della procura di Napoli sulla cosiddetta P4.
Nel 1992 Bisignani entra a far parte del gruppo Ferruzzi che si occupa di editoria e di comunicazione (nonchè è l’azionista di maggioranza del gruppo Edison) e nel 1993 viene indagato dalla procura di Milano, la quale chiede il suo immediato arresto a fronte della violazione della legge sul finanziamento pubblico dei partiti per l’inchiesta Enimont.
La corte di Cassazione nel 1998 approva e conferma la sua condanna a due anni e sei mesi e viene radiato dall’albo dei giornalisti.
Il 15 giugno scorso i pm della Procura di Napoli Francesco Curcio e Henry John Woodcock lo sottopongono a detenzione domiciliare con l’accusa di reato di favoreggiamento e rivelazione di segreto d’ufficio,per l’inchiesta denominata P4.
I magistrati, sulla base di alcune intercettazioni in loro possesso,stanno attualmente indagando circa la conoscenza da parte di Bisignani di informazioni riservate su indagini in corso.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>