Incentivi Cip6 verso cancellazione del Governo

di Alessandro Bombardieri Commenta

Il Governo fa un passo avanti nell'impegno a ripulire le sovvenzioni Cip6 alle energie verdi...

centrale_nucleare

Il Governo fa un passo avanti nell’impegno a ripulire le sovvenzioni Cip6 alle energie verdi, che nel corso degli ultimi anni, hanno favorito più che altro impianti di generazione elettrica tutt’altro che puliti, ne sono un esempio quelli del riciclo degli scarti petroliferi.

Nel frattempo però si è fatto anche un passo indietro nel tentativo di trovare una soluzione per nominare i vertici della nuova agenzia per la sicurezza nucleare, che sarebbe dovuto essere stato nominato entro novembre 2009!

Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, nella veste di ministro ad interim dello Sviluppo economico, ha messo la firma sulla chiusura del meccanismo Cip6, quindi al decreto che contiene i parametri per la risoluzione anticipata delle sovvenzioni finora concesse.

Rimagono ancora in questione 25 terawattora di produzione elettrica, con il Ministero che punterebbe a catturarne per la risoluzione ben 20mila.

La nascita dell’Agenzia per la sicurezza nucleare intanto viene ancora rimandata a causa della cancellazione, disposta dall’aula della Camera, dell’articolo 3 del decreto sblocca reti che adesso dovrà dunque tornare al Senato.

Rimane comunque in piedi l’ipotesi di nominare Umberto Veronesi, senatore Pd, come presidente dell’Agenzia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>