Passera cerca di far approvare il decreto Sviluppo

di Vito Verna Commenta

Sono queste ore decisive per l'approvazione del cosiddetto decreto Sviluppo bis che, come forse saprete, dovrà venir definitivamente approvato entro la fine di ottobre.

Passera cerca di far approvare il decreto Sviluppo

Sono queste ore decisive per l’approvazione del cosiddetto decreto Sviluppo bis che, come forse saprete, dovrà venir definitivamente approvato entro la fine di ottobre.

LAVORO IN NERO SEMPRE PIU’ DIFFUSO

Se così, infatti, non fosse, potrebbe irrimediabilmente chiudersi l’ultima finestra utile, attualmente a disposizione del Governo Monti, per l’approvazione del su indicato provvedimento, di fondamentale importanza soprattutto per le start-up innovative, prima che l’attenzione, anche e soprattutto dell’opinione pubblica, venga letteralmente risucchiata dai lavori di definizione ed approvazione della manovra finanziaria 2013 (sulla quale, almeno per il momento, non si hanno ancora indiscrezioni).

LA CRISI ECONOMICA E’ DIVENTATA CRISI POLITICA E SOCIALE

Proprio per questo motivo, pur non essendo ancora previsto alcun pre-Consiglio né essere stato ancora definitivo alcuno specifico ordine del giorno, segno e sintomo che il testo della normativa è ancora in divenire, il Ministro dello Sviluppo Economico, dei Trasporti e delle Infrastrutture Corrado Passera tenterà il tutto per tutto affinché il su indicato decreto possa venir discusso, e verosimilmente approvato, nel corso del Consiglio dei Ministri attualmente previsto per giovedì 4 ottobre 2012 alle ore 15:30.

AGEVOLAZIONE EQUITALIA FINO A 20.000 EURO

Il nodo principale, nonché principale ostacolo all’approvazione del provvedimento, resta naturalmente quella della copertura finanziaria: attualmente, infatti, all’appello mancherebbero ancora molti dei 400 milioni di euro necessari all’attuazione del provvedimento così come sino ad oggi previsto dal Ministro Passera tra cui, come forse saprete, quelli utili alla definitiva riformulazione dell’IVA per cassa che consentirebbe alle aziende di pagare l’IVA solamente a fattura emessa.

Corrado Passera, a tal proposito, avrebbe recentemente dichiarato: “Noi ci siamo posti l’obiettivo di diventare un paese amico delle start-up, cosa a cui abbiamo dedicato piu’ di sei mesi. Porteremo misure per creare meccanismi di sviluppo sostenibile e occupazione”.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>