Le proposte dei cittadini per semplificare il Fisco

di Vito Verna Commenta

Le soluzioni dei cittadini per un Fisco maggiormente semplificato starebbero letteralmente invadendo la redazione de Il Sole 24 Ore.

Vorremmo oggi mettervi al corrente dell’iniziativa, davvero molto originale ed unica, che Il Sole 24 Ore avrebbe in questi giorni proposto ai propri fedeli lettori nonché a quanti desiderino attivamente partecipare.

EVASIONE RECORD DEI TASSISTI ITALIANI

Il più importante giornale politico-economico-finanziario italiano avrebbe infatti deciso, sulla scorta del successo di molti altri simili progetti, di creare una vera e propria pagina web, disponibile all’indirizzo esperto-online.ilsole24ore.com/proposte-fisco/default.aspx, interamente dedicata alle proposte che i comuni cittadini vorrebbero veder al più presto divenire legge.

Lo scopo? Utilizzare queste proposte, queste richieste, questi suggerimenti e questi consigli per lanciare un segnale, quanto mai chiaro ed evidente, al Governo Monti che, una volta sistemate le delicate questioni inerenti la manovra salva-Italia ed il pacchetto cresci-Italia, dovrebbe cominciare seriamente ad occuparsi della semplificazione del Fisco e della regolamentazione dei rapporti tra quest’ultimo ed il cittadino.

Le proposte inviate dai contribuenti, stando a quanto stamane dichiarato dei responsabili dell’iniziativa targata Il Sole 24 Ore, sarebbero veramente molte e molteplici e andrebbero dalla reintroduzione del modello per la dichiarazione dei redditi cosiddetto 740 allo sfoltimento delle dichiarazioni dei redditi così da arrivare a modelli di pochissime pagine, dalla completa e totale tracciabilità delle operazioni finanziarie, con il conseguente pensionamento del contante all’introduzione, a carico di quanti esercitino libera attività d’impresa, di un forfait monetario che metta preventivamente d’accordo contribuente ed Agenzia delle Entrate, dalla possibilità di dichiarare le case all’estero solamente nel momento in cui vi sia da segnalare un cambio di residenza o proprietà alla delegittimazione del contenzioso che, in caso di ritardo, anche minimo, nel pagamento di una qualsiasi rata, farebbe letteralmente saltare il piano di rientro rateale a causa dell’applicazione, sull’intero periodo, dell’interesse monstre del 30% per le morosità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>