Privilegi dei politici italiani

di Vito Verna Commenta

I privilegi dei Parlamentari italiani fanno si che ottengano circa 15.000 euro netti al mese.

Quella del parlamentare o, più in generale, del politico, sia che egli sieda a Montecitorio o nel palazzo della propria Regione, è una professione che consente di vivere in maniera decisamente agiata nonché di recarsi in pensione decisamente presto.

STIPENDIO DI UN SENATORE ITALIANO

Sull’argomento dei privilegi della casta, sul quale è stato scritto anche un libro dal significativo titolo “La Casta. Così i politici italiani sono diventati intoccabili”, si è detto e scritto di tutto e di più e, dunque, anche noi vogliamo dire la nostra, senz’alcuna aria polemica, semplicemente ricordando qualità e quantità dei principali privilegi goduti, in particolare, da Deputati e Senatori, sicuramente quelli che, secondo le statistiche, consumano, in maniere più efficiente degli altri politici italiani, le risorse statali destinate allo scopo.

STIPENDIO DI UN DEPUTATO ITALIANO

Ricordiamo, prima di procedere all’elencazione dei suddetti, come i dati siano stati prelevati dai siti ufficiali della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica e come, dunque, siano sia ufficiali e confermati dalla più alte autorità nonché dai diretti interessati, sia aggiornati al 2011.

PRIVILEGI DEI DEPUTATI E DEI SENATORI ITALIANI

Indennità parlamentare. A questa voce, che potremmo definire quale lo stipendio base mensile dei parlamentari, sono da attribuire ben 5.468 euro netti (per i Deputati) e 5.613 (per i Senatori)

Diaria. Con diaria si intende, così come si evince dal termine stesso, il rimborso delle spese sostenute, da ogni parlamentare, per il proprio soggiorno nella capitale. A questa voce sono da attribuire 3.503 euro netti sia per i Deputati che per i Senatori.

Rimborso per spese inerenti al rapporto tra eletto ed elettori. Ovverosia, in parole povere, i tanto discussi e criticati rimborsi elettorali. A questa voce sono da attribuire 3.690 euro netti mensili (per i Deputati) e 1.680 euro netti mensili (per i Senatori) ai quali si debbono aggiungere, in questo ultimo caso, 2.500 euro netti mensili da distribuire tra tutti gli appartenenti al gruppo parlamentare

REDDITO POLITICI ITALIANI 2010

Tutti i Deputati e tutti i Senatori, inoltre, hanno a disposizione il rimborso delle spese telefoniche (pari a circa 256 euro mensili), nonché assistenza sanitaria e trasporti completamente gratuiti a cui va aggiunto, per il trasferimento dalla propria residenza al più vicino aeroporto e dagli aeroporti di Fiumicino o Ciampino a Montecitorio (e viceversa), un rimborso mensile compreso tra 1.108 e 1.333 euro netti a seconda della distanza tra aeroporto e residenza.

Tralasciando, dunque, il fatto che ogni Parlamentare venga corrisposto con un consistente assegno di fine mandato, (calcolato già a partire dal 6° mese seguente l’elezione) ed un considerevole vitalizio pensionistico (che varia tra i 2.000 ed i 6.000 euro mensili a seconda degli anni effettivi di mandato) si può affermare come lo stipendio netto, mensile, di ogni Parlamentare italiano, si aggiri sui 15.000 euro, equivalenti a circa 200.000 euro annui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>