Ricorsi voti Piemonte accolti in parte

di Alessandro Bombardieri Commenta

La Corte ha rigettato tutte le eccezioni di invalidità e dichiarato ammissibili i ricorsi.

cota

Il Piemonte è tornato ad essere una regione in bilico, questa notte, poco dopo l’una, quanto la Corte ha rigettato tutte le eccezioni di invalidità e dichiarato ammissibili i ricorsi.

Sono state sei ore di Camera di Consiglio nelle quali i giudici hanno deciso per il riconteggio dei voti di due liste, per quella che perlomeno è una vittoria in parte del centrosinistra, che aveva presentato i ricorsi.

Adesso l’Ufficio elettorale dovrà spulciare tra i 12.154 voti assegnati all’ex consigliere dell’Udc Deodato Scanderebech, per scoprire se l’elettore ha anche espresso la propria preferenza per il candidato presidente Roberto Cota.

Lo stesso procedimento dovrà essere fatto anche per i 2.826 voti assegnati alla lista Forza Consumatori.

Comunque al termine della giornata, anche il centrodestra di Roberto Cota può tirare un sospiro di sollievo, in quanto la maggior parte dei voti del primo ricorso, sono stati considerati corretti: le irregolarità nella presentazione della lista Verdi Vvff sono state negate. Con questo Cota non rischia di perdere addirittura 32mila voti.

Infine, anche il ricorso di Michele Giovine della Lista Pensionati è stato dichiarato ammissibile, anche se però manca la querela per falso. Ora ci sono 60 giorni di tempo per presentarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>