Scrivere a Silvio Berlusconi

di Elena Botta 68

Molti italiani si saranno domandati come fare per scrivere al presidente del Consiglio una lettera, una richiesta, una cartolina e chi ne ha più ne metta, ebbene, noi oggi vogliamo darvi tutte le coordinate per farlo

Molti italiani si saranno domandati come fare per scrivere al presidente del Consiglio una lettera, una richiesta, una cartolina e chi ne ha più ne metta, ebbene, noi oggi vogliamo darvi tutte le coordinate per farlo.
Se volete scrivere a Silvio Berlusconi in Parlamento a Roma potete mandare la lettera a questo indirizzo:: On. Silvio Berlusconi
Palazzo Chigi – Piazza Colonna, 370 – 00187, Roma
; oppure se volete inviargli una mail potete farlo a : berlusconi_s [a t] camera.it.
Se invece vi sentite più audaci e volete mandare una lettera che il Cavaliere riceva mentre è intento nel suo bunga bunga, dovete inviarla alla sua villa il cui indirizzo è: Viale San Martino, 20862 – Arcore (MB).



Visto che Berlusconi ha dichiarato in proposito del caso Ruby, che tutte le ragazze che ha pagato, in realtà l’ha fatto perchè è un benefattore che vuole aiutare i giovani precari a risollevarsi, che non sia mai che se gli mandassimo tutti una lettera con una piccola richiesta di denaro, magari qualche migliaio di euro ce lo regala.
E anche se siete dei comunisti puzzoni (oggi Berlusconi è riuscito a dichiarare che i comunisti si lavano poco) e volete chiedergli di lavarvi in uno dei suoi tanti bagni o chiedergli un consiglio su un detergente intimo, potete scrivere agli indirizzi di cui sopra.
Tanto, male che vada, userà le vostre lettere per accendere il camino, anzi no, il vulcano in una fresca sera d’estate in Sardegna….
Nota del redattore: era troppo facile fare dell’ironia su quest’argomento, quindi ho preferito lasciare spazio ai Vostri commenti, visto che gli spunti sarebbero davvero molteplici.

Commenti (68)

  1. Vorrei suggerire a Silvio di fare riattivare le centrali idroelettriche che sono state chiuse per il ricatto dell’allora sinistra che aveva voluto l’ENEL. Queste dovrebbero essere ripristinate da privati a loro spese con la sicurezza di poter vendere soddisfacemente l’elettricità. Erano più di 1 000 e davano elettricità quanto una centrale nucleare

  2. Buon giorno , non sono qui ad insegnare a voi cosa si deve o non deve fare per migliorare la nostra situazione. Sono una persona comune che si fa semlici domande cercando di capire dove trovare risposte. Mi chiedo perché una volta che si ha l’occasione di essere nel posto giusto, poi non si fa la cosa giusta, anche se questo comporta mettersi contro poteri che oramai non vogliono essere scalsati dalle loro poltrone. Facciamo un referendum agli italiani per abbassare il numero dei nostri deputati portandoli ad un terzo, elargendo uno stipendio di 5.000,00 euro cada uno e togliendo tutte quelle agevolazioni che sono, cercando di non essere volgare, davvero di cattivo gusto. Questo sarà certamente utile non solo al bilancio ma anche al morale. Cerchiamo tutte quelle energie alternative, Eolica, idraulica, fotovoltaica, e quantaltro si può ottenere facendo un interrogazione alle nostre menti affinché possano portarci sul tavolo dell’altro. In tutto questo c’è anche il problema dei rifiuti, che più che un problema dovrebbe essere un contrtibuto alla ricerca di energia, ed infine tutto ciò si tramuterebbe in lavori di modernizzazione e un drastico stop alla disoccupazione. Per concludere direi che attuando un piano di questo lei sig. presidente si assicurerebbe un eterna gratitudine dall’Italia intera, un riconoscimento in tutta Europa che seguirà noi e un posto negli annari della storia, perché saremo il primo paese al mondo ad aver cambiato. Le porgo i miei sinceri saluti
    Antonio Curci

  3. la tassa sui conti bancari con titoli colpisce solo i piccoli risparmiatori, perche’ non mettere un limite mnimo tipo 500.000 euro di capitali, invece di far pagare tanto i poveri quanto i ricchi? vogliamo essere differenti dalla sinistra o peggio di loro?
    disabile e con pensione al minimo mangiata dall’irap del comune di sinistra oggi con questa legge mi trovo alla fame.

  4. Gentile Presidente S.BERLUSCONI, sono seriamente da ben 5 anni disoccupato tagliato fuori perchè ho 41anni o per scarsa possibilità di lavoro, lei è molto generoso presta soldi a persone che lei conosce bene, si è vero noi non ci conosciamo e ne scrive per CHIEDERLE DEI SOLDI. Ma le chiedo Un lavor Lei Pensa che un padre di famiglia abbia diritto a un lavoro ? La ringrazio e le auguro buon lavoro almeno lei lo possiede. Marcello dalla Pv. di Catania

  5. al presidente BERLUSCONI gli auguri piu’belli di BUON COMPLEANNO!Nn ti curar di loro ,ma guarda e vai avanti.VIVA SILVIO BERLUSCONI!

  6. Grande Presidente,6 tutti noi!W Milan!!

  7. caro presidente sono un persona di 50 anni e ho perso il lavoro circa due anni sono sposato con tre figli non trovo lavoro perchè sono vecchio dicono, fate una legge per noi che siamo un esercito non so se mi rispondete ma grazie di tutto

  8. Egregio Sig. Presidente, io sono un Suo ammiratore ancora prima che Ella scendesse in campo: ha sempre avuto il mio piccolo voto dal 1994 ad oggi:Sono un pensionato ex impiegato Italsider e le voglio dire con molto rammarico che ho accettato le Sue dimissioni ma non accetterei mai l’introduzione dell’ICI sulla prima Casa per la quale Ella si è tanto battuto e sulla quale milioni di elettori l’hanno premiata. Non credo che lasciando introdurre questa tassa tanto odiata da Ella e da tutti i Suoi elettori si salvi l’Italia. Sig.Presidente non ci faccia questo torto e non permetta che si usi un tale sopruso sui cittadini Italiani che si sono sempre sobbarcati mutui all’inverosimile per questo bene. Certo che Ella vorrà tenere in considerazione queste mie poche righe; Le faccio i migliori auguri a Lei e a tutto il PDL che sia sempre il primo partito Italiano. Un abbraccio.
    dore alessandro

  9. spero che la inviate al Dott. Silvio Berlusconi

  10. sig.presidente berlusconi buonasera,volevo dirle di non lasciare il pdl, anzi si ricandidi.pero prima bisognerebbe votare contro la riforma delle pensioni di anzianità perche secondo me a ragione bossi e la lega,non devono pagare soprattutto i lavoratori, e ora di finirla . mi scuso per lo sfogo e la invito a ricandidarsi da premier, penso che lei sia ancora in grado di vincere le prossime elezioni.buonasera.

  11. vorrei parlare della legalizazione della marijuana in italia daltronde non ci vedo niente di male perche non da dipendenza ed alcol e nicotina sono piu dannosi rispetto ad essa poi legalizzandola la criminalita organizzata scomparirrebbe se questa sorta di ”droga” fosse legale distinti saluti

  12. buongiorno sig presidente berlusconi, sono un padroncino: con dei finanziamenti in corso.. ho subito un torto da parte della mia x azienda x cui lavoravo: le spiego, i pagamenti fattura da 60gg siamo passati a 90gg, infine a 120gg… e come le detto in precedenza con finanziamenti in corso, mi ha sconbussolato tutto al punto di nn riuscire piu ad essere regolare niei pagamenti, la banca mi ha bloccato il conto.. purtroppo fermandomi, rischiando con la nuova azienda x cui lavoro, di perdere il lavoro!!! le chiedo un enorme piacere e gentilezza: come può aiutarmi???? cordiali saluti

  13. Buonasera presidente, siamo in tanti ad averla votata fin dalla sua discesa in politica.abbiamo difficoltà a capire perchè supporta un governo becero che sta facendo tutto quanto non previsto dal suo programma.siamo rattristati da questo comportamneto e seriamente se continuerà così perderà tutti i nostri voti.cordiali saluti

  14. Egregio Silvio Berlusconi,
    so che anche lei come gli altri Onorevoli sogliono rispondere alla domane e ai quesiti solamente se gli interessa nel momento politico più opportuno o per educazione se proprio lo ritengono necessario , ma al di là della prassi consolidata che in un altro paese civile a nord del Europa sarebbe un insulto al cittadino e al paese. Oggi Leggendo L’Arena quotidiano di verona
    desidero CORREGGERE LA SUA ATTENZIONE SULLA LETTURA DELLA DELIBERA O RISOLUZIONE O Strategia Europa 2020, 7 luglio 2011 che invita la commissione di trovare un futuro in Eurobbligazioni sistemico e coeso che valga per tutti gli stati membri, 23 milioni e più a rischio di disoccupazione e indigenza al &0 % del rapporto Pil/Debito Pubblico (su 2000 da emettere 1200 miliardi)? No come ho letto sul Arena che la guida del suo governo intende presentare al europa un progetto di tasse proiettate 400 miliardi che diminuiranno il debito pubblico vicino a 60%.
    Ma volendo allertarla come ho fatto con l’On. Prodi prima della caduta 2008 che l’ enorme risorsa obbligazionaria in europa deve essere indirizzata a sostenere direttamente il potere di acquisto dei salari più che dimezzato sui prezzi al consumo dal ingresso in europa 2001. Ho delegato il Presidente della Repubblica affinché si interessi agli ultimi miei 5 progetti al Esame della Comunità europea da integrare col suo.
    In fede Poetalc verona
    luigi.crocco

  15. Buon giorno ON.Silvio Berlusconi le scrivo questa mia lascio solo poche parole :
    sono un ex artigiano del settore metalmeccanico stritolato dalle banche e dalle aziende per cui lavoravo ho dovuto chiudere , è un anno che non lavoro non si trova nulla neanche per personale specializzato come me che ha 31 anni di esperienza alle spalle ,basterebbe una piccola intercessione da parte sua Onorevole per cambiare in meglio la mia vita , non che la riconoscenza da parte mia sarebbe dovuta verso la sua persona .

  16. SILVIO SEI UNICO SE NON CI FOSSI TI DOVREBBERO INVENTARE E TUTTA INVIDIA CHE HANNO PERCHE TU SEI UNICO E SOLO

  17. Pregiatissimo ON.Silvio Berlusconi
    le rammento la mia posizione la nostra azienda di pulizie una s.a.s. gestita da n2
    persone con guadagni bassisimi le ricordo con il mio ex commercialista di lodi che ci da ancora filo da torcere e le ricordo che lui ci disse che a amici nella finanza carabinieri pol strada noi le vogliamo chiedere sempre gentilmente di darci una mano noi ci teniamo alla nostra azienda non vogliamo che ci succeda qulcosa x colpa di quel cretino e meno male che eravamo amici se ci succede qualcosa so io cosa fare approposito per lo piu l’anno fatto diventare assessore al lavoro al comune di lodi intervenga al piu presto possibile grazie di CUORE DA ALBERTO BRIANZOLI
    CON GRANDISSIMA STIMA FORZA SILVIO
    6 UN MITO E LO SARAI SEMPRE SE NON CI FOSSI BISOGNEREBBE INVENTARTI FOREVER

  18. Silvio, tenga duro, non si arrendaaa!!! Il Friuli Venezia giulia è con lei!! Con stima, Chiara e Nives

  19. Sono Max.Nessuno in italia ha mai percepito un attacco così forte da parte della giustizia in genere,
    Dal mio punto di vista avrei voluto essere in grado di difendere ancora ciò che trovo giusto mà le buone intenzioni sono facili prede degli individui senza scrupoli.
    Ho dovuto staccarmi da tutti i media che per anni ho seguito con interesse . La verità è che non riesco a reggere le notizie tra la mia vita da piccolo cittadino e la grande politica che ho sentito ostile.
    Il problema è questo, mai più processi televisivi e gogne mediatiche.
    Proprio in questo momento così delicato e di cambiamento non trovo giusto questo fango sparato più che altro da menti contorte e assestanti e non da un altro piccolò uomo che ha fatto grande il nostro paese.
    Si cerca di nascondere e di non sfruttare questi veri geni italiani che potrebbero dare tanto a un paese che ne ha bisogno e invece anche i giovani scappano altrove.

  20. Presidente buongiorno IO sono antonio ITALIANO
    Milanista ….ho idea… Obbligateci a installare pannelli solari prodotti in italia tutta la nostra bella nazione illuminata anche di notte dal sole la natura ci e favorevole ..questo e il paese del sole … e fu cosi che tutte le aziende e gli uomini nn piu cassintegrati facoltosi e macchinari produrranno e i tecnici abilitati installeranno e poi utilizzeranno energia …andiamo tutti a lavorare… ho sognato di essere tecnico abilitato al controllo ricavi energie solari…bo Antonio forza milan …dai dai

    italiani…….

  21. Carissimo Silvio siamo tutti dalla sua parte come sempre e da sempre;vorrei esporLe il mio problema:siamo una famiglia allargata di7 persone,abbiamo dovuto chiudere la nosta attivita’ nel 2009 per un lavoro mai pagatoci.Avevamo un’affitto di 650 euro al mese sempre pagato.Ora la nostra casa e’ all’asta a 75 mila euro poiche’ il proprietario non e’ piu’ riuscito a pagare il mutuo e noi abbiamo lo sfratto esecutivo forzato l’11settembre2013.Il problema grave che pur essendo 15°in graduatoria non ci e’ stata assegnata una casa;l’ass. sociale dice che se entro data stabilita non avremo alloggio ci portera’ via i 3 minori di 13,5,e il piu’ piccolo compira’ 3 anni a settembre.Mi chiedo dove’ finita la giustizia e se puo’ aiutarci in qualche modo,i nostri figli sono tutto per noi a loro non manca ne’ cibo ne amore a chi mi posso rivolgere???non so piu’ come muovermi non dormo la notte e non sono serena.GRAZIE;SALUTI PATRIZIA.

  22. presidente sono settimane che invio la posta a lei una ogni giorno non so chi la legge ma sicuramente non riesco ad avere una sua risposta posso capire che lei riceva tantissima posta ma i suoi collaboratori dovrebbero avere il buon senso di far si che qualcuna la leggesse

  23. Forza silvio noi ti sosterremo sempre

  24. oggi ho pianto commosa di emozioni,visto quanto lei e amato de suo popolo.caro signore,io non vuolio niente,ho un lavoro,convivo felice sto bene di salute ,volevo dirli TI VOGLIO BENE E DARLI TANTI AUGURI PER LA SUA ACTIVITA ,LEI E UN DURO FORZA SILVIO

  25. ON. SILVIO BERLUSCONI DA QUANDO E’ ENTRATO IN POLITICA MI HA STREGATO, PRIMA VOTAVO SEMPRE O DC O PSI CON LEI IN POLITICA HO SEMPRE VOTATO FORZA ITALIA E PDL SIA ALLE COMUNALI PROVINCIALI REGIONALI E NAZIONALI. MILANISTA DAI TEMPI DI RIVERA CHE MI AFFASCINAVA CON LEI PRESIDENTE DEL MILAN HO TRASCORSO GLI ANNI CALCISTICI PIU’ BELLI DELLA MIA VITA ED INFINE ENTRANDO IN POLITICA MI SONO SENTITO FIERO DI ESSERE ITALIANO. LEI MI HA DATO UNA SPERANZA PER UNA ITALIA MIGLIORE MA PURTROPPO NON E’ RIUSCITO NEL SUO INTENTO E LA PRIMA COLPA E’ STATA DI CHI SI CIRCONDAVA. A PARTE ALCUNE DEGNE PERSONE IL RESTO SI COMPORTAVA COME DICIAMO NOI DALLE NOSTRE PARTI ” CERCHI LAVORO E PREGHI DIO DI NON TROVARLO”. LEI E’ UNA FORZA DELLA NATURA E POVERI SONO QUELLI CHE OGNI GIORNO LE SI ACCANISCONO CONTRO CON MILLE MOTIVI.HO 57 ANNI STO’ IN PROVINCIA DELL’AQUILA, DA TRE ANNI IN MOBILITA’ CHE MI DOVREBBE PORTARE ALLA PENSIONE AD APRILE 2014, DOVREBBE PERCHE’ LA COCCODRILLO FORNERO HA CAMBIATO LE CARTE IN TAVOLA FACENDO SALTARE TUTTO E CALPESTANDO LEGGI CHE DOVREBBERO ESSERE RISPETTATE. PER MOTIVI LUNGHI DA SPIEGARE MI RITROVO SENZA PIU’ I SOLDI CHE MI AVREBBERO PORTATO FINO AD APRILE 2014 E ADESSO MI RITROVO A VIVERE CON 750 EURO DELLA MOBILITA’ CHE SERVONO PER COPRIRE UN MUTUO E UNA FINANZIARIA, MI RIMANGONO 100 EURO CHE MI DEVONO BASTARE PER UN MESE. NON VOGLIO SEMBRARE UN MENDICANTE O UNO CHE PIANGE PER CHIEDERE QUALCOSA MA SE SI POTESSE TROVARE UN LAVORO QUALSIASI, NON DI FATICA PERCHE’ NON CE LA FAREI, MA QUALSIASI COSA ANCHE LAVORO DI NOTTE O ANDARE IN GIRO CON MACCHINA O PULMINO CHE MI FACCIA RACCIMOLARE QUEI 600/700EURO AL MESE FINCHE’ NON ANDRO’ IN PENSIONE. IO LA RINGRAZIO ANCHE SE SOLO LEGGERA’ QUESTA MIA LETTERA, LE CHIEDO SOLO DI ESSERE FORTE E CONTINUARE LA SUA BATTAGLIA PER LA NOSTRA LIBERTA’ E GIOIA DI VIVERE. CON FIDUCIA ADRIANO

  26. Signor: Presidente le scrivo perchè la stimo come persona e con le mie difficoltà cerco di affrontare tutto, ma le spiego in parole povere la mia situazione: ho 32 anni e ho perso un arto a causa di un incidente e mi trovo da anni senza lavoro e da poco sposato con un bimbo in arrivo,per questo lavoro mi rimane con molta difficoltà spero che mi mandasse un msg di aiuto ciao a presto

  27. noi del 68 ! pensiamo che rispetto al PCI e alla DC ! le persone che hanno hanno gestito il Paese ! in quegli anni ! distruggendo il sogno di tanti milioni di cittadini Italiani !che come me lottavano per una SOCIETà GIUSTA ! lei non ha commesso nessun reato di tradimento verso i cittadini che la votano ! vada avanti ! senza se e senza ma!!!!!!!!

  28. caro silvio faccia il signore gli restituisca ai delinquenti politici la nomina a senatore cosi non si affaticano a fare la seduta—–eviti tante cose inutili italianidioti—-antonio

  29. sig berlusconi—- un consiglio— da amico se vuole ascoltare——ritorni capo dall,elettorato del centro destra e gestisca i parlamentari da disfatista politica governativa—da disfatista come vuole e permette le regole la costituzione e tutto quanto in 70 anni uguale a 70 governi—lasci perdere le riforme di qualsiasi tipo il parlamento ha la costituzione da rispettare e basta—se ne freghi di tutto e di tutti–tanto gli italiani hanno un solo problema nel loro paese Berlusconi anche se gli tolgono la pensione anche se la moneta scende ancor di piu alla sottovalutazione come vuole e fa le banche, anche se il costo sia del denaro a zero e la vita alle stelle il problema dell,italiano è solo berlusconi—-allora lei da m l,opposizione affossi ancor piu l,italia gli italiani devono morire- altro che lei si sta scervellando a litigare e spendere soldi con avvocati per fare le riforme–ma lasci perdere –affinchè nel PDS ci sono persone come quelli di oggi. lei non fara una riforma neppure tra cento anni —si godi ancora cinque e piu anni davanti gli italiani si arrangiono—-antonio sciole

  30. Abra Cadabra Pater Pashie
    questo e’ il Segreto di Me
    Leonardo Domenico Middonno

  31. il ciacco aspettava il Quarto
    il Terzo
    il Secondo
    il Primo
    il Via
    Tech

  32. in Italia ci sono qei vigliacchi di mmerda del calcio dopo riferimento raisport ore18.30 domenica15.dicembre.2013 che gufano ATAVICAMENTE la mia morte
    in fede e fuoco
    Leonardo Domenico Middonno
    le sentite le vocine?

  33. a rroma avete ggiuseppe urrbbano
    e’ mmio zzio dateglie
    un atto dovuto s un der om
    LDMxr

  34. Astro del Ciel
    Pargol Divin
    Mite Agnello
    Redentor …
    poi on ce la so piu
    per il Mio Piccolo Fratellino
    Gesu Bambino

  35. Inserimenti occulti do Santo do un paesino che neppure compare
    ac continue do Pinte che nianche apparisce
    Manco Ing Prof
    Leonardo Domenico Middonno

  36. Il Manco Ing Prof
    Leonardo Domenico Middonno
    riassume et
    vi invita ad analizzare i suoi birds (domandare)
    …alcune caratteristiche del SYSTEMA sono:
    impulsivita di emotivita
    projiezione del carattere
    dizioni
    addizioni
    sottrazioni
    sostituzioni
    nella comunicativita

  37. Suvvia Capo Dacci Qualche Dritta Altrimenti La Barca Affonda.
    athena

  38. Ragazzuoli Silvio Berlusconi Mi Ama. Me Lo Ha Appena Comunicato In Atavismo.
    Ciao Mon Cheri
    il tuo affettivo Middonno Leonardo Domenico

  39. Bambini abbiamo appreso oggi insieme alla mia sorella atavica che gli oggetti volanti della UNION esistono e se li vedete hanno anche delle caratteristiche. Vi invito alla cautela e portate la condotta at Aplus
    con simpatia Leonardo Domenico Middonno

  40. caro silvio sono un po’ sensitivo che difficilmente sbaglia quando faccio un pronostico. Io credo che alle prossime elezioni politiche li potrai vincere solo se prometterai quello che hanno promesso altri e non hanno mantenuto.non ho appartenenze di nessun partito ma credo che come persona sei molto piu’ sensibile di tutti gli altri.

  41. A silvio,rimembri ancor quando il tuo corpo fanciulletto giacette?
    ci hanno detto che cinque sono le tue essenze:
    leo
    nardo
    dome
    nico
    Middonno

  42. Questa Mattina il Signor Silvio Si e’ Sentito Bussare Alla Porta
    in Principio Ha Pensato ad un’Amica Poi Ha visto Lei
    si e’ spaventato ed ha chiuso la porta. lei e’ scappata via e dopo essersi infuriata si e’ introdotta a casa sua per ripiegare su Leonardo et gli ha detto di aver paura.

  43. Buon Natale 2013

    Odo richiami di luce,
    libero la fede,
    nel Dio divino,
    che porto in me.

    Apostrofo il sole,
    catturo la gioia,
    speranza di vita,
    illumino le stelle.

    Sapienti e generose,
    le ali del vento,
    cullano il cuore,
    nell’Universo io vivo.

    Sempre e ovunque
    io ti vedo,
    fra le stelle,
    Mamma.

    A Papa Francesco
    devoto m’inchino.
    Cattedrali nel deserto,
    saranno rimosse.

    Infiniti auguri a Voi e alle
    Vostre famiglie, Buon Natale .
    Santi Turcheria

  44. A nome di Elisabetta II Di Inghilterra procederemo al Tuo Trucidio per Middonno Leonardo Domenico
    erano queste le parole Ataviche della Regina di Inghilterra per il Signore di Klodoverondico

  45. Buon anno a tutti

  46. Salve,signor Presidente Silvio Berlusconi,sono di LECCE sono un suo simpstizzante,sono un commerciante deluso dalla politica ho 51 anni e da 51 anni che faccio il commerciante dato che mio padre era commerciante prima che io nascessi,sono stato sempre una persona che prima di pensare a me e al mio guadagno ho sempre messo al primo posto i miei dipendenti e sono stata una persona molto corretta sia nella vita che nel commercio.
    Ho sempre lavorato con le banche ho pagato sempre interessi fin quando una banca mi ciude il conto dicendomi che lavoro sempre con il fido e avendo avutoMessaggi a Silvio Berlusconi
    E-mail (non obbligatorio):
    Nome del mittente (non obbligatorio):
    Messaggio

    Nota: Parolacce e messaggi offensivi non fanno che dimostrare la poca educazione di chi scrive

    Home page
    ordini dall’alto.Dal quel momento per me è iniziata un’odissea le altre banche mi chiudono il conto e mi mettono in mezzo a una strada ,ho dovuto licenziare tutti i dipendenti indebitandomi perchè per venivano prima di tutto i dipendenti.
    Vabbene fin qui andava anche bene se non fosse che nello stesso periodo a mia moglie viene un cancro per cui ho accantonato il alvoro dedicandomi a mia moglie che in quel momento aveva bisogno di me,solo che i debiti nel frattemo erano aumentati perche c’erano anche gli interessi ma se non bastasse sepre nello stesso periodo l’imps mi fa’un controllo per dei dipendenti e mi contesta i co.co.co,mi arriva una multa di oltre 100.000,00 € in quel momento mi he venuta voglia di togliermi la vita se non fosse per mia moglie che aveva bisogno di me.Io sig.Presidente sono molto battagliera NON MI BUTTO GIU’ così faclmente cerco sempre di reagire,ma non credo di essere cosi capece.Pensavo in un momento di riflessione ma che anche se io combatto e cerco di lavorare i pochi soldi che io prendo dal mercato,perche’ dopo tanti anni di lavoro come imprenditore di esercizi commerciali io faccio i mercati e sono orgoglioso di farli,dicevo che quei pochi soldi che io porto a casa non bastano per pagare le bollette e mangiare.e pensavo che se io non avessi quei debiti con gli interessi che mi stanno mangiando io potrei anhe vivere bene.
    Scusa Sig.presidente se mi sono dilungato di molto,adesso vengo al punto ,noi cittadini abbiamo bisogno di fiducia e abbiamo bisogno anche della nostra dignità che ci è stata tolta e non è vero che non vogliamo pagare anzi,io propongo una cosa e vorrei che lei la giudicasse come se fosse nostro padre( avere la stesso trattamento come è stato fatto con le banche,aiutere i cittadini piccole e medie imprese ritirare i tutti i debiti con una legge da finanziarie, banche,equitalia e far pagare a tutti l’1% di interessi, cosi si che l’economia in italia inizia a girare cosi si arrichisce la gente non si impoverisce,Sig.Presidente se non si fà questo far iniziare tutto da capo qualsiasi intervento voi facciate non rosolverete niente anzi la gente si insebiterà sempre di più.Ho finito sig.presidente le auguro un buon anno un futuro in politica lunghissimo ma come presidente del consiglio se lo merita. grazie di esistere.

  47. Equazione di Secondo Grado
    Ay^2+By+C=0
    A,B,C Reali
    Delta=B^2-4*A*C
    Se Delta≥0
    y1=(-B-Sqrt(Delta))/(2*A)
    y2=(-B+Sqrt(Delta))/(2*A)
    Se Delta<0
    Nessuna Soluzione Reale
    … Se conoscevate i Complessi!

  48. Caro Silvio , sono un ragazzo Siciliano di 23 anni e non riesco a trovare un lavoro qui al sud… Sono stato 8 mesi a bologna e ho lavorato solo 2-3 mesi con contratti di somministrazione… Non riesco a capire dove posso trovar un lavoro… Sono diplomato, senza soldi ma con la voglia di farmi una famiglia… sei simpatico , ti ho sempre stimato ma ora sapresti risolvere questo dilemma 🙂 ora come ora qualsiasi lavoro farei , il fatto è che non ci sta niente, neanche gli occhi per piangere se vogliamo sdrammatizzare .. mi consenta ma è la pura e semplice verità … La saluto e spero almeno mi risponda ..

  49. Pare che una Signora di Lignaggio in Inghilterra Abbia A Cuore un Signore di Altri Tempi. Che Bei Tempi.

  50. gentile presidente s.berlusconi buonasera inanzitutto non so come srivergli sono un ragazzo di 22 anni disoccupato e disperato xk non riesco a trovare lavoro sfortunatamente sono nato in una famiglia povera e non ho neanche un centesimo x spararmi siccome mi devo sposare e non oh niente sono nella miseria e so che x sposarsi serve una casa almeno e non so come affrontare la vita visto che non trovo neanche un posto di lavoro x poter lavorare almeno le o scritto questa lettera disperatamente xk solo lei mi puo salvare presidente se mi aiuta in possibilita economica mi potrebbe mandare qual’cosina .., non voglio disturbarla ma siccome o letto sul giornale che a aiutato una coppia di disoccupati, mi sono permesso anche io ah mandargli questa email…la ringrazio se quando gli arriverà questa email la legga e mi risponderebbe perfavore ,se mi aiuterà anche a me mi ritorna il sorriso come tutti i ragazzi che non anno bisogno di soldi. la ringrazio e le chiedo scusa x il disturbo e la scrittura che non so scrivere bene. cordiali saluti e tantissimi AUGURI di nuovo anno anche se in ritardo. le lascio anche il mio numero se mi vuole contetare

  51. Egregio onorevole Berlusconi, sono una ragazza di 30 anni di potenza una piccola cittadina della Basilicata. sono quasi laureata in lettere e sono diplomata a liceo pedagogico, che vive ancora con la famiglia perchè non può permettersi di vivere da sola, costretta a fare degli extra par time come cameriera. L’altro giorno sentivo per telegiornale che un mio coetaneo si è dato fuoco perchè non poteva permettersi di mantenere la famiglia per le troppe tasse (imu,mini imu,tars luce gas ecc…) e non contento aveva perso anche il lavoro. Ora la famiglia rischia anche il pignoramento della casa. Si parla tanto di un Italia equa, un Italia senza favoritismi .Invece qui vedo gente che si ammazza solo per avere un posto fisso e un tetto sulla testa , e sento dire che addirittura il peggio non è ancora arrivato . Mi domando dove andremo e fine ? Dov’è finita quell’Italia dai grandi valori ,l’Italia che non si arrendeva al primo ostacolo? Ora per colpa della legge fornero da quando hanno alzato l’età pensionabile noi giovani me compresa siamo costretti ad accontentarci fin quando i vecchi non vanno in pensione ,e questo non è giusto siamo noi IL FUTURO ,no i vecchi di ottant’anni che non si reggono in piedi .eliminiamo assolutamente questa e date lavoro ai giovani abbassiamo l’età della pensione come era prima a sessant’anni . togliete questa legge di schifo . date più voce a chi non cela cioè a noi giovani date più lavoro a noi e meno ai vecchi anche se non hanno raggiunto i 35 anni di contributi,spero che accolga questa mia richiesta d’aiuto … cordiali saluti

  52. CARISSIMO PRESIDENTE SILVIO BERLUSCONI IO NON SO SE LEGGERA QUESTA LETTERA CHE GLI STO SCRIVENDO MA SONO UN UOMO DI 53 ANNI HA CUI STANNO TOGLIENDO LA DIGNITA DI VVIVERE E DI ESSERE ITALIANO SO PER CERTO CHE LEI E UN UOMO MOLTO FORTE E AVENDO AVUTO IL PIACERE DI INCOBTRARLA IN MEZZO AI TEREMOTATI DI LAQUILA IO NON CHIEDO SOLDI MA VORREI SAPERE COME E POSSIBILE FARE X AVERE UN LAVORO DECENTE DOPO AVER FATTOX27ANNI LAUTISTA E ADESSO NON HO PIU MANCO I SOLDI PER PIANGERE MI SCUSI X IL MIO SFOGO MA SONO DI ROMA VIVO A ROMA SONO DEL P.D.L. E VORREI UN SUO AIUTO LA PREGO GRZ

  53. SOLO BERLUSCONI PUO’ SALVARE L’ITALIA!!!

  54. Cristiani per servire
    http://digilander.libero.it/cristianiperservire
    e-mail [email protected]
    Il Presidente
    Verso il voto ? I cattolici e la politica : é impellente un sano bipolarismo ?

    Siamo alla vigilia delle elezioni politiche e non vogliamo assistere alla stesura del “ lenzuolo di contrassegni ” che certamente vi sarà nella scheda elettorale che ci verrà consegnata nel seggio elettorale, se per l’avvenire non si avviene ad applicare un sano bipolarismo !

    I primi articoli della Costituzione, i più ricchi di significato etico, politico, giuridico, come base comune di convivenza e progresso della società, sono le fonti di ogni potere legislativo, giudiziario e di governo, distinto non separato, che appartiene al popolo dove“ tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in Partiti ”( art.49 Costituzione).

    Noi rispettiamo tutti i Partiti od espressione di pensiero politico, ma il problema istituzionale deve far fronte alle esigenze di aggiornamento sempre più largamente riconosciuto in termini di certezza e di positività assai superiori a quelli raggiunti fin’ora, ( è sotto gli occhi di tutti, dove regna sovrana la ingovernabilità dell’Italia !), dove i rapporti tra democrazia rappresentative e democrazia diretta è condizione necessaria ed urgente per un buon governo.

    Un preciso richiamo ci viene dall’art. 2 che proclama il primato dei diritti inviolabili dell’uomo-cittadino anche nei confronti dello Stato come il diritto alla vita, alla libertà, alla famiglia, ai principi di uguaglianza e di solidarietà, in uno Stato Sociale, impegnato ad intervenire per garantire concretezza mediante condizioni di diritti sociali del cittadino in situazioni di inferiorità, quali i giovani disoccupati, gli anziani emarginati, i disabili dimenticati, il terzo della popolazione più in difficoltà rispetto ai due terzi in condizione, pare, di alto, medio, relativo benessere !

    Ora in Italia in cui una democrazia “ segna” l’organizzazione costituzionale, non può ridursi al raggiungimento dei fini indicati nella prima parte della Costituzione, ma anche quella inerente il corpo elettorale, dall’insieme dei cittadini in grado di partecipare alla vita politica con un voto che non è solo di presunta investitura degli eletti, ma spontaneo di indirizzo per consentire un Governo stabile e per rispondere alle necessità della gente.

    Indubbiamente l’intreccio-Partiti- “Movimenti”-“Invenzioni Politiche”-“Espressioni politiche”, non soltanto ostacolano una efficienza per un loro possibile apporto maggioritario ed incertezza del futuro, ma costituiscono gruppi di potere e riducono i disorientati cittadini ad esprimere un voto di investitura di candidati non voluti, in un voto vacuo o dispersibile visto la plètora e la confusione dei simboli presentati in passato al Viminale .

    Ed ecco: ci vogliono, dopo decenni di ingovernabilità, sotto gli occhi di tutti, due formazioni politiche, ( bipolarismo puro). in maniera che quando una fallisce, si ricorre all’altra !

    Questi, fra altri, sono i motivi della crescente disaffezione dei cittadini dalla politica dove insistono certe disfunzioni, atteggiamenti e paradossi che non impressionano più l’elettore d’oggi dove c’è crisi economica, ma soprattutto immensa crisi di valori etici, dove il cristiano come ogni cittadino, non deve stare “ lontano ” dal “palazzo”, ma deve esprimere con coraggio il proprio parere, dove il valore profondo di essere umano viene messo, a volte, dopo quello per gli amici a 4 zampe che rispettiamo, semmai la ri-conferma del solo detto “ più conosco gli uomini più amo le bestie ! “

    La “voce” che devono esprimere il cattolico ed il cittadino attraverso il mandato ( purtroppo oggi senza scelta !), deve essere indirizzato ad una politica ed a rappresentanti dell’elettorato che promuova la persona, la sua dignità, la famiglia nel suo insieme fondata sull’uomo e sulla donna, aperta al dono della vita, nello sviluppo ispirato alla Dottrina Sociale della Chiesa, nella legalità, nella sicurezza, nel diritto al lavoro, alla libertà e non al libertinaggio, ai poveri, agli anziani, ai disabili, ai malati, in una parola al mondo della sofferenza .

    http://digilander.libero.it/cristianiperservire/pdf/Petizione%20al%20Parlamento%20Italiano.pdf

    Il Papa Benedetto XVI° ha rivolto ai giovani ed alla “ nuova generazione di cattolici impegnati in politica ” una “guida” che deve essere “ in coerenza con la Fede professata e con rigore morale “ ( Discorso al Pontificio Consiglio per i laici ) e “ non possiamo accettare che il sale diventi insipido e la luce sia tenuta nascosta (cfr.Mt 5,13-16 ), ma anche l’uomo d’oggi può sentire di nuovo il bisogno di recarsi come la samaritana al pozzo per ascoltare Gesù, che invita a credere in Lui e ad attingere alla sua sorgente, zampillante di acqua viva ( cfr,Gv 4,14 Porta Fide 3).

    Da tempo assistiamo alla divulgazione della parola “famiglia”, dove tutti vogliono difenderla con pseudo interventi a sostegno della stessa, ( anche dai “cattolici” bene dichiarati che “starnazzano”, ma che di famiglia ne hanno ben poco !), assistiamo impotenti al correre della politica che non si riesce più a capire dove vuole andare, circondata e stravolta da carenze di etica, moralità, vano e vacuo “cinguettio” di reciproche accuse.

    Non possiamo non rilevare il diniego per la costituzione del Fondo “Dopodinoi”( più e più volte auspicato nelle n/s Petizioni ai due Consessi Parlamentari ) e per la rinuncia di quegli 150 milioni di euro derivanti dal gioco d’azzardo approvati dalla 12° Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati nel maggio 2012, condizioni respinte dal Governo Monti (Sottosegretario per lo sviluppo delle politiche sociali Cecilia Guerra) :

    http://it.radiovaticana.va/news/2012/12/05/si_celebra_oggi_in_italia_la_giornata_della_salute_mentale/it1-644962

    Solo la famiglia resta, come la samaritana al pozzo per attingere acqua di vita e di sapere, il pilastro della socialità, quella che ancora oggi è salda e di continuazione tradizionale, che cura i propri membri disabili ed ammalati, che rispetta i propri genitori anziani, che è indirizzata contro ogni forma moderna di vita sociale, non in favore di nuove modalità dell’essere famiglia, ma che tende al beneficio di tutti e che anela alla pace, serenità, giustizia .

    “Siamo vicini al baratro” lo ha affermato il Cardinale Angelo Bagnasco Presidente della CEI commentando l’approvazione in Francia del primo articolo della legge per l’istituzione del matrimonio tra le persone dello stesso sesso ( Convegno a Genova 2 febbraio 2013 Settimana Sociale dei Cattolici Italiani).

    “Essere cristiani significa amare la vita, amare la natura, ma soprattutto amare il prossimo, in particolare le persone in difficoltà “ ha detto il Santo Padre Benedetto XVI° ( Palazzo Apostolico indirizzo di omaggio alla Delegazione di atleti olimpionici e paralimpionici 17 dicembre 2012 ).

    Fin’ora non si declamano prospetti o propositi verso quei valori etici che il Magistero della Chiesa Cattolica insegna, né si “vedono” programmi o applicazioni di quanto afferma la Dottrina Sociale della Chiesa che pone come fondamento il bene comune, specialmente a favore di quel mondo della sofferenza che è anche mondo civile !

    Urge rimuovere e risolvere concretamente e cautela i problemi di carattere sociale in cui vivono tante famiglie per cause diverse, perché la famiglia è sempre stata e deve restare il motore universale della società civile, più volte rievocata in questo Anno della Fede, perché fin oggi i risultati politici, civili, economici non sono certamente positivi.

    Allora si verifica, come i dati statistici dimostrano, che una forte astensione circa il 16% di indecisi dal voto dell’elettorato ritenuto moderato, favorisca ed agevola Movimenti, Partiti, “Invenzioni od Espressioni Politiche” che possono contare sui loro fedelissimi e che costituiscono, ripeto, ed è sotto gli occhi di tutti, solo gruppi di potere. Sono tutti bravi a demolirsi l’un l’altro, ma incapaci a far sorgere o smuovere nell’elettore motivi di profondo valore etico e di Patria .

    Il discernimento per le prossime elezionieuropee dovrebbe considerare i valori non barattabili dell’essere umano : cioè il rispetto della persona, soprattutto, dal concepimento alla morte naturale, vera difesa della famiglia e “nella difesa effettiva dei diritti dei deboli che non sono diritti deboli”, come argutamente osserva il Cardinale Dionigi Tettamanzi .

    E’ mancata la capacità di “ascolto” in quel trascorso 2013, proclamato “Anno europeo dei cittadini”, nel concetto di cittadinanza europea, nella valutazione dell’analisi del bisogno e del fabbisogno della singola persona

    Manca la capacità di ascolto in questo 2014 in questo Paese in continua convulsione,agitazioni, sfiducia per una classe politica sempre più meno affidabile, dove inquietudine, disagio, insoddisfazione, corruzione, concussione ed ogni tipo di reato regna sovrano perdere il senso della realtà .

    E’ tempo di finirla, necessita una riforma di ogni cosa, specialmente una riforma della legge elettorale dove sarà prioritario per la risoluzione di questo deleterio clima politico :

    1.) Bipolarismo puro , con due fazioni politiche, come si vogliono chiamare, come in qualsiasi democrazia nel mondo : quando una non funziona, passare all’altra ;
    2.) Riforma della legge elettorale onde consentire al cittadino la libera scelta del candidato ;
    3.) Governabilità “fuori” dai Movimenti, dai Partiti senza scopi, dai Sottopartiti, dalle Espressione di Persone che non sono altro che gruppi di potere, tutti che hanno avuto la capacità di frenare da sempre la governabilità dell’Italia danneggiandola !

    E con le parole del Beato Giovanni Paolo II° : “ Andiamo avanti con speranza ” !

    Previte
    http://digilander.libero.it/cristianiperservire

  55. Cristiani per servire
    http://digilander.libero.it/cristianiperservire
    e-mail [email protected]
    Il Presidente
    “ La prossimità è il vero potere delle comunicazioni ” .
    Il vero potere della comunicazione è la “ prossimità ”, é quanto sottolinea Papa Francesco nel suo primo Messaggio per la 48.ma Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali che si celebra il prossimo primo giugno .
    Nel Messaggio la “ comunicazione al servizio di un’autentica cultura dell’incontro ”, Papa Francesco ci presenta colui che comunica, come il Buon Samaritano che si fa prossimo agli altri e questa comunicazione, anche mediatica, deve tendere al servizio del bene comune, nella verità, con giustizia, e morale, riconoscente della dignità della persona .
    Ampio spazio viene dato nel “Documento” all’ambiente digitale ed anche qui, esorta il Papa il cristiano è chiamato ad offrire la sua testimonianza ed a raggiungere le “periferie esistenziali”.
    In un mondo che diventa “ sempre più piccolo”, dove permangono divisioni, insistono odio e guerre, “ i media ”, si domanda il Santo Padre, “ possono aiutare a farci sentire più prossimi gli uni agli altri ? ” e la cultura dell’incontro, osserva ancora “ richiede che siamo disposti non soltanto a dare, ma anche a ricevere dagli altri” .
    In questo, prosegue, la comunicazione mediatica può aiutarci, se si ha l’opportunità di “ maggiori possibilità di incontro e di solidarietà fra tutti ”, anche se insistono “ aspetti problematici ”, costituiti da una “velocità dell’informazione” che “supera la nostra capacità di riflessione e giudizio”.

    Queste considerazioni non giustificano, continua il Pontefice, “un rifiuto dei media sociali; piuttosto ci ricordano che la comunicazione è, in definitiva, una conquista più umana che tecnologica”, interrogandosi se “ la comunicazione può essere a servizio di un’autentica cultura dell’incontro ?”.
    Ma la cultura dell’incontro, prendendo spunto dalla Parabola del Buon Samaritano, significa la “prossimità” in quanto “ chi comunica, infatti, si fa prossimo” e ci avverte “ non solo si fa prossimo, ma si fa carico di quell’uomo che vede mezzo morto sul ciglio della strada”.
    Gesù, sottolinea il messaggio, “inverte la prospettiva: non si tratta di riconoscere l’altro come un mio simile, ma della mia capacità di farmi simile all’altro”.
    Continuando nella riflessione con la Parabola del Buon Samaritano, il Papa avverte dunque che quando “la comunicazione ha il prevalente scopo di indurre al consumo o alla manipolazione delle persone, ci troviamo di fronte a un’aggressione violenta come quella subita dall’uomo percosso dai briganti e abbandonato lungo la strada”.
    Oggi, è il suo monito, “noi corriamo il rischio che alcuni media ci condizionino al punto da farci ignorare il nostro prossimo reale” e non basta “semplicemente essere connessi occorre che la connessione sia accompagnata dall’incontro vero”, perché “non possiamo vivere da soli, rinchiusi in noi stessi”.
    La Chiesa Cattolica nel novembre scorso ha terminato “ l’Anno della Fede” con l’obiettivo di farci riscoprire la n/s Fede ( della quale ne abbiamo fortemente necessità !), i cui contenuti fondamentali sono nel Catechismo della Chiesa Cattolica, di cui ricorre i già 20 della sua pubblicazione, soprattutto quello di affiancare la Fede ai credenti che quotidianamente non dimenticano di affidare con coraggio la loro esistenza al Signore ed in questo i mass media sono stati grandi amplificatori .

    Nel n/s mondo caratterizzato da un secolarismo sempre più evidente, da un permissivismo smodato, da un relativismo crescente, da un egoismo egocentrico, da un supeficialismo effimero, dalle mille “insidie” che dilagano, modificano e mortificano la dimensione etica della vita, quanto è emerso nell’ Anno di Fede deve spingere i cristiani e non cristiani a ritrovare una nuova evangelizzazione e partecipazione alla crescita della Chiesa .

    Queste finalità afferma Papa Francesco “possono aiutare a farci sentire più prossimi gli uni agli altri ?” e la cultura dell’incontro, osserva : “ richiede che siamo disposti non soltanto a dare, ma anche a ricevere dagli altri ”.

    Ormai quasi giornalmente assistiamo a drammi che avvengono nelle famiglie che producono in ogni cittadino un senso di mestizia, una costernazione, una indignazione indescrivibile, anche, per come i mass media “trattano” i diversi “episodi” nei quali sono coinvolti menti psichicamente malate, dove hanno trovato la morte bambini nelle scuole, insegnanti, singoli cittadini, dove anche in Italia avvengono stupri, violenze tra adolescenti ed aggressività tra consanguinei e nelle famiglie dove spesso ci scappa il morto !

    Non si cercano le origini di questi misfatti, ma “ la comunicazione è in definitiva una conquista più umana che tecnologica” dice Papa Francesco, non si presuppongono le motivazioni, non si valutano le circostanze per le quali sono avvenuti questi “fattacci”.

    La stampa evidenzia gli effetti degli avvenimenti senza soffermarsi ad approfondire e denunciare le cause che possono determinare gli episodi, anche e soprattutto tragici che avvengono nelle famiglie, ma si “guarda” alla descrizione cronologica del fatto, così in maniera superficiale perché è molto importante far salire l’indice di interessamento del pubblico .

    La solidarietà sociale, principio altamente etico che ogni uomo deve “dare” ai più sfortunati della vita ai più bisognosi e più diseredati, è un concetto che deve indurre tutti, ad essere portatori non solo di diritti, ma di doveri di uguaglianza e pari dignità sociale più volte richiamata dalla nostra Costituzione.

    Ma le Istituzioni si sono mai chieste perché non si sono dati a questi “cittadini malati” quei diritti e quelle norme inalienabili di rispetto umano che costituiscono la ragione profonda ed il motore propulsivo per il miglioramento della loro condizione di vita, quali persone umane per la protezione della loro la vita e della salute ? ( lasciando quel continuo interessamento per cani e gatti, che noi rispettiamo !)

    La situazione dei malati, specie psichici in Italia, tra solitudine, sofferenza e strutture inadeguate è un desolante panorama oltre tre decenni dopo l’entrata in vigore della legge che voleva portare un miglioramento ai sistemi di cura, invece ha prodotto una lunga fila di morti che sono sulla coscienza di coloro che hanno la responsabilità della res pubblica e che non hanno saputo o voluto interpretare questa dura realtà e mettere da parte ambizioni e litigiosità per dedicare con umiltà un po’ più di tempo ai problemi connessi con questo popolo di sofferenti.

    Gli eventi delittuosi ci dovrebbero far riflettere e sperare che di fronte ai duri temi della vota dovrebbero emergere sempre più il rispetto della dignità della persona, mentre una cultura falsa e trasgressiva sta cercando di svuotare il vero significato della vita.

    Come si legge nel S. Vangelo con il quale Matteo descrive l’episodio avvenuto sul Lago di Tiberiade ci rimanda al mistero della Chiesa che continua il suo Esodo nella storia, dove la barca “si agita” a causa di un vento contrario e si chiede l’aiuto al Signore, questo tratto del S. Vangelo “fotografa” tutte le difficoltà interne ed esterne, in quanto viviamo tempi assai difficili, in tempi di crisi oltreché economica, anche morale, però il mondo non è tutto buio ricordando quanto diceva S. Paolo : “dove abbonda il peccato sovrasta la grazia “ : la Fede che salva (Matteo 14, 22, 36) .

    Con l’irrealismo ci dobbiamo tutti ri-svegliarci dal torpore e dall’incoscienza, non come Feuerbach, il fisolosofo tedesco critico della religione cattolica che diceva “La fede è come le lucciole, ha bisogno del buio per risplendere” . E’ vero che spesso siamo in bisogno di conoscere il buio per scoprire che vi è una luce, quella luce che ci dà il conforto, coraggio, luce che illumina le n/s ottenebrate menti e coscienze.

    Non per niente il Cardinale Dionigi Tettamanzi nel sui libro “ Lo Sguardo di Cristo” ci dice cle la coscienza è il posto dove l’uomo colloquia con se stesso.”

    Il materialismo, il consumismo, l’edonismo e l’erotismo frenato e via dicendo, corrono e concorrono a formare un superficialissimo assoluto, un substrato privo di un fondamento civico e morale, che non ci stupisce più di tanto ormai, ma amareggia il constatare una siffatta realtà sociale che in parte viene accettata o addirittura tollerata !

    Sempre il Santo Padre consegna a tutti un messaggio ricordando gli “ultimi fra gli ultimi “ i più indifesi, deboli, emarginati, i quali non sono da vedere come un carico di pietà e di dolore, ma come un dono di Gesù da accogliere ed abbracciare con una seria meditazione che tiene viva la fiaccola della carità.

    Insomma un comunicare efficacemente per evangelizzare ed educare, per far respirare nella società la presenza del quel Dio Creatore e Salvatore del quale, certamente in maniera inequivocabile, vi è una notevole necessità ed urgenza .

    In un mondo di speranze fragili, sembra assai importante che la comunità cristiana tenti di acquisire dalla Fede occhi capaci di intravvedere la spiga nel seme che marcisce.

    Ma il firmamento buio di speranza è il cielo dei bisognosi, dei disabili fisici, degli handicappati psichici, delle persone anziane, dei malati terminali, di tutti i loro familiari e la comunità cristiana è interpellata ad essere più presente e con più slancio partecipativo con loro su questa frontiera dell’emarginazione.

    “Dialogare” scrive il Papa “significa essere convinti che l’altro abbia qualcosa di buono da dire, fare spazio al suo punto di vista, alle sue proposte” .
    L’icona del Buon Samaritano, è l’augurio del Papa, “ci sia di guida” e “la nostra comunicazione sia olio profumato per il dolore e vino buono per l’allegria”.
    “La nostra luminosità – afferma ancora – non provenga da trucchi o effetti speciali, ma dal nostro farci prossimo di chi incontriamo” lungo il cammino.
    “Non abbiate timore di farvi cittadini dell’ambiente digitale, esorta ancora, è importante l’attenzione e la presenza della Chiesa nel mondo della comunicazione, per dialogare con l’uomo d’oggi e portarlo all’incontro con Cristo”.
    In questo contesto, conclude il Papa, “la rivoluzione dei mezzi di comunicazione e dell’informazione è una grande e appassionante sfida, che richiede energie fresche e un’immaginazione nuova per trasmettere agli altri la bellezza di Dio”.
    Il Magistero della Chiesa Cattolica insegna nei Comandamenti della Carità “ama il prossimo tuo come te stesso“ e “ la Chiesa è cattolica perché è la casa di tutti : tutti sono figli della Chiesa e tutti sono in quella casa” (Papa Francesco Udienza Generale Piazza San Pietro 9 ottobre 2013 ) .

    Questo è monito per quei cristiani in quanto “ la Chiesa ha bisogno del fervore apostolico e non essere cattolici da salotto senza coraggio anche di dare fastidio alle cose troppo tranquille ( Papa Francesco 16 maggio 2013 Chiesa Santa Marta Vaticano), ma il traguardo è ancora molto lontano , perché la strada è stretta e la via è lunga.

    In questo contesto, conclude il Papa, “la rivoluzione dei mezzi di comunicazione e dell’informazione è una grande e appassionante sfida, che richiede energie fresche e un’immaginazione nuova per trasmettere agli altri la bellezza di Dio”.
    E con le sagge parole del Beato Giovanni Paolo II° :” Andiamo avanti con speranza” !
    Previte
    http://digilander.libero.it/cristianiperservire

  56. Berlusconi Says:
    “Dear Datha” epppoi dicono della Programmazione…
    Silvio

  57. Amvedi Sylvio se fa sminuzza’ dar Leonardo
    che tempore
    infinitivi saluti

  58. Domenica 26gen2014 ore 14
    su Rai Uno
    Dicono che il governo non ci piace e ne faranno UNO meglio
    Forza Compagni … Di Programmi Ne Vedremo
    Insieme Faremo
    Saluti A San Remo

  59. Buongiorno le scrivo dalla Sardegna e vorrei che per favore mi contattasse per esporle il mio grande problema sicuramente non leggera nemmeno questo comento ma io ci provo grazie e spero in lei

  60. Sig.Presidente Silvio Berlusconi, la prego non molli,senza di Lei la politica non ha senso!!!

  61. Dott Silvio io mi chiamo Roberto classe 68 sono stato sempre dalla sua parte perchè sono un sognatore come lei,ma lei al mio confronto a realizzato tutti i suoi sogni,e di questo non la invidio al contrario l ammiro ma ora so che lei è lunica persona che può aiutarmi, io ho un figlio maschio che fa motocross da quando ne aveva 5 ora ne ha 18 ma i soldi da parte mia so finiti,chiedo a lei se conosce qualche ditta che possa sostenerlo con gli sponsor, PS il ragazzo è pure forte, e lo mandato anche in USA Texsas e ha vinto anche li,per favore lo so che non è il momento ma lei può fare tutto anche questo aiutare un ragazzo e non se ne pentirà. Cordiali saluti Robertone.Presidente grazie in anticipo

  62. E’ inaudito che il pg stabilisca cosa un politico può o non può dire bollando preventivamente come “diffamatoria” qualunque critica ai magistrati (ma per far questo non bisognerebbe dimostrare che le cose dette siano false?),pena la cancellazione della pena mite per la molto discutibile condanna di Silvio Berlusconi.

  63. LA FALSA MAGNANIMITA’ PER FAR MONTARE LA RABBIA CONTRO L’ODIATO BERLUSCONI:tipico esempio di manipolazione delle menti più deboli da parte dei politicanti;dopo l’incostituzionale retroattività delle leggi,la corsa mai vista per evitare la prescrizione(ma non per gli amici,vedi Filippo Penati),l’incriminazione dei testi a favore e degli avvocati difensori,lanciano il seguente messaggio:Berlusconi è un privilegiato perchè è stato condannato (anche se con motivazioni che fanno acqua da tutte le parti)ed ha avuto una pena lieve.C’è qualcosa di peggio che essere gente povera:credere a tutte le BALLE che i comunisti rifilano loro (ed esserne manovrati per i loro SUDICI INTENTI!

  64. vornoei dirti che dispeace tanto che non sei piu presidente tantto tantto a me italia non mia dato nente non tengo fatiga celo 2 biimbi e come facio tu mi poi aiutare mio marito non fatiga e come andiamo avanti tu sei la speranza del popolo silvio

  65. caro cavaliere tu parli parli ma io ho perso il lavoro e tra poco anche la ca csa e non trovo lavoro cosa si puo fare voi parlatere ma le cose non cambiano chi prende a lavoro una persona che non sta bene di salute

  66. qual’è l’indirizzo di posta elettronica?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>