Sms della mafia a Quelli che il calcio

di F.D. 1

E' stato l'l'ex vice procuratore nazionale Antimafia Vincenzo Macrì a rivelarlo durante un'audizione spiegando il meccanismo..

E’ stato l’l’ex vice procuratore nazionale Antimafia Vincenzo Macrì a rivelarlo durante un’audizione spiegando il meccanismo con il quale picciotti e mafiosi comunicavano dal mondo esterno verso il carcere attraverso l’invio di sms criptati. Il meccanismo era molto semplice, durante il programma di Simona Ventura, i mafiosi spedivano messaggini dal cellulare al sistema di smistamento della RAI che li pubblicava nel banner scorrevole nella parte bassa dello schermo.



La pubblicazione avveniva in maniera automatica pertanto la redazione del programma era totalmente all’oscuro di tutto. Una situazione simile era avvenuta qualche mese fa a Radio Olimpia la quale trasmetteva canzoni a seconda della risposta che doveva avere il detenuto in carcere.

Se ad esempio l’appalto andava bene veniva messa in onda una canzone, se invece andava male veniva trasmessa un’altra canzone. Il meccanismo è stato osservato dagli inquirenti che hanno registrato alcune affermazioni di picciotti e mafiosi durante i colloqui. Il magistrato ha spiegato che è difficile impedire qualsiasi contatto tra detenuti e mondo esterno perchè spesso accade che medici, secondini e cappellani inizino ad assencodare le richieste dei mafiosi per paura o per denaro.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>