La Russa come D’Annunzio in Afghanistan

di Alessandro Bombardieri Commenta

La Russa ha effettuato un volantinaggio di 11mila manifestini con messaggi rivolti alla popolazione...

Il ministro della Difesa Ignazio La Russa questa mattina è stato protagonista di una iniziativa molto particolare sui cieli dell’Afghanistan.

Da un elicottero dell’esercito italiano, La Russa ha effettuato un volantinaggio di 11mila manifestini con messaggi rivolti alla popolazione, con inviti a fare attenzione alle mine e a respingere gli insorti.

L’elicottero CH-47 italiano ha trasportato il ministro dalla base di Herat al distaccamento di Bala Murghab, ed è stato lo stesso La Russa a suggerire il titolo ai giornalisti: “La Russa come D’Annunzio”.

Al comando del contingente è stato spiegato come questi volantini siano stati creati per supportare la campagna di reintegrazione degli insorti nella società civile promossa ed attuata dal governo afgano.

Nello specifico su uno di essi è rappresentato un combattente che torna al suo villaggio con la scritta “Il benessere proviene dalla pace”, mentre in un altro viene ricordato come mine ed esplosivi in generale siano la maggiore minaccia sia per i militari che per la popolazione civile.

Da qui l’invito a respingere gli insorti che ne fanno uso e che costituiscono la principale minaccia per la popolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>