Il potere degli imperi mediatici italiani

di Vito Verna Commenta

Ciò dimostrerebbe il potere del quale in questi anni sarebbero stati investiti gli imperi mediatici italiani.

Il potere degli imperi mediatici italiani

La rete televisiva privata più importante d’Italia, ovverosia la Mediaset di Berlusconi – Confalonieri, avrebbe in mattinata dato notizia di aver deciso di fare ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale contro la scelta del Governo Monti, presa in data 20 gennaio 2012, di annullare il beauty contest per l’assegnazione gratuita delle frequenze tv che, a questo punto, dovrebbero venir assegnate mediante asta.

GLI SPRECHI DEI CONSIGLIERI DI AMMINISTRAZIONE RAI

Ciò dimostrerebbe, ancora una volta e senza che ce ne fosse alcun bisogno, il potere del quale in questi anni sarebbero stati investiti gli imperi mediatici italiani, quali, per l’appunto, Mediaset e Rai, che, pur di non accettare una sana nonché necessaria e prolifica concorrenza, desidererebbero prevaricare sulle leggi dell’ordinamento italiano.

NO AL CANONE SPECIALE SU COMPUTER E SMARTPHONE

Come che sia, comunque, il passo avanti compiuto dal Governo Monti lascerebbe intendere, insieme ai primi accenni di un Parlamento italiano anti-corruzione, che l’Italia stia finalmente andando nella direzione giusta.

LEGGE GASPARRI SUL RIASSETTO DEL SISTEMA RADIOTELEVISIVO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>