La procura di Napoli aumenta le indagini

 
F.D.
16 giugno 2011
Commenta

E’ un’altra inchiesta di Woodcock, il magistrato definito da Fabrizio Corona un talebano, che aveva portato all’arresto l’imprenditore siciliano e il Principe Vittorio Emanuele per poi far cadere tutto nel giro di un paio d’anni senza alcuna conseguenza giudiziaria, se non la diffamazione mezzo stampa.

Questa volta Woodcock ha chiesto e ottenuto dal giudice l’arresto di Luigi Bisignani rientrante in un’inchiesta P4 definita una potente loggia massonica in grado di controllare appalti pubblici.



L’arresto ha scosso inevitabilmente tutto l’apparato politico e di governo, ma la situazione è ancora in fase preliminare e non è possibile conoscere i dettagli della vicenda.

La procura di Napoli ha deciso di aumentare sensibilmente le indagini che potrebbero portare probabilmente ad altri arresti anche se ancora non è possibile prevederlo. Bisignani è considerato dai PM Curcio e Woodcock un potente faccendiere della loggia P4 e il suo nome è uscito dalle intercettazioni che hanno portato all’arresto di Alfonso Papa, un esponente politico del Popolo delle Libertà.

La procura di Napoli ora è impegnata nell’ascolto di indagati e persone informate dei fatti, ma è possibile che le indagini si espandano a macchia d’olio.

Articoli Correlati
Il processo P4 prende il via

Il processo P4 prende il via

Ha preso il via oggi, presso il tribunale di Napoli, il processo relativo all’inchiesta P4. Bisignani ha chiesto il patteggiamento per tutte le accuse.

Bisignani racconta ai giudici di Napoli la sua vita

Bisignani racconta ai giudici di Napoli la sua vita

Di oggi invece è la notizia che Bisignani si è recato di fronte ai pubblici ministeri di Napoli che lo hanno inquisito per il reato di associazione segreta e ha parlato di sè

Chi è Luigi Bisignani?

Chi è Luigi Bisignani?

Luigi Bisignani risulta essere un membro della loggia massonica della P2 di Licio Gelli ed è considerato uno degli uomini più potenti del nostro paese, anche per le assidue frequentazioni con i politici più potenti d’Italia.

Cade maggioranza al Comune di Napoli

Cade maggioranza al Comune di Napoli

Su 60 consiglieri del comune partenopeo trentuno hanno presentato dimissioni . La maggioranza non c’è più e quindi il prefetto commissarierà l’ente. Il mandato del sindaco Iervolino sarebbe scaduto a metà maggio, ma l’opposizione

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento