Processo breve, approvata norma salva premier

di Alessandro Bombardieri Commenta

Sì a norma salva premier.

La Commissione giustizia della Camera ha approvato la norma del processo breve taglia-prescrizione per gli incensurati, a maggioranza. È passato ieri pomeriggio l’emendamento Paniz quattro-bis che diminuisce la pena per gli incensurati e allunga invece i tempi della prescrizione per chi è recidivo.

La norma non viene applicata ai procedimenti nei quali è già stata pronunciata sentenza di primo grado.

Hanno votato a favore Pdl, Lega e Responsabili, mentre contro hanno votato Pd, Udc, Idv e Fli.

L’emendamento Paniz, oltre a stabilire quanto detto prima, modifica l’art. 161 del codice penale prevedendo che “salvo che si proceda per i reati di cui all’articolo 51, comma 3 bis e 3 quater del codice di procedura penale (reati più gravi come quelli di mafia o il sequestro di persona a scopo di estorsione, ndr), in nessun caso l’interruzione della prescrizione può comportare l’aumento di più di un sesto del tempo necessario a prescrivere, di un quarto nel caso di cui all’art. 99 primo comma (che riguarda la recidiva), della metà nei casi di cui all’articolo 99 secondo comma, dei due terzi nei casi di cui all’articolo 99 quarto comma e del doppio dei casi di cui all’articolo 102, 103 e 105”.

I deputati dell’Udc, di Fli e del Pd hanno lasciato l’aula dopo il voto. Ovviamente sono arrivati commenti negativi dai deputati che hanno votato contro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>