Referendum acqua, nuova Autorità del governo

di Alessandro Bombardieri 2

Authority contro il referendum...

Il governo, dopo aver bloccato il referendum sul nucleare, cerca adesso di depotenziare anche quelli sull’acqua e di rendere inutile quello sul legittimo impedimento.

Il governo ha infatti inserito una norma all’interno del decreto sviluppo economico approvato proprio ieri, che crea l’Autorità per l’acqua.

Subito i promotori dei referendum hanno denunciato questa nuova Autorità come una farsa ideata al solo scopo di delegittimare il voto popolare.

Angelo Bonelli, presidente dei Verdi, si è detto sicuro che i referendum si faranno comunque nonostante i ladri di democrazia siano tornati in azione.

Ad annunciare la nascita dell’Autorità per l’acqua è stato Giulio Tremonti ma è stata Stefania Prestigiacomo a chiarire perchè è nato questo organismo. Come detto dalla Prestigiacomo era necessario completare la riforma creando un organismo di controllo forte.

Come spiegato dalla ministra, ci saranno più garanzie per cittadini e per l’ambiente, più poteri regolatori sulle tariffe e sanzionatori per perseguire ogni possibile abuso.

Stefano Saglia, sottosegretario allo Sviluppo economico, però ha voluto chiarire maggiormente; secondo Saglia la decisione del governo testimonia che ci muoviamo nel solco del principio di sussidiarietà: “acqua come bene pubblico, regolazione indipendente, gestione in concorrenza e investimenti“. Secondo Saglia il referendum non sarà superato legalmente ma lo sarà nei fatti.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>