Posta elettronica certificata equivalente della raccomandata

di Alessandro Bombardieri 3

Da oggi ogni cittadino italiano potrà disporre di una posta elettronica certificata...

corrispondenza-via-internet-Olycom324x230

Da oggi ogni cittadino italiano potrà disporre di una posta elettronica certificata, per svolgere le consuete operazioni con la propria Pubblica Amministrazione.

E’ possibile infatti attivare gratuitamente una propria casella di Pec (tecnicamente detta Cec-Pac), da usare nei rapporti con la pubblica amministrazione.

In realtà le caselle di posta sono già esistenti e sono circa 50 milioni, ogni cittadino dovrà decidere se attivare o meno la propria.

Questo è un grande passo per la smaterializzazione dei rapporti con le pubbliche amministrazioni, da tempo auspicata.

Per attivare la propria casella si deve andare al sito www.postacertificata.gov.it, seguire la procedura guidata e inoltrare la richiesta. Da 24 ore dopo la registrazione fino ad un massimo di 3 mesi dopo, il cittadino deve recarsi presso un ufficio postale abilitato, ed identificare la firma sul modulo di adesione.

Per autenticare la posta servirà il codice fiscale ed un documento personale, con tutta la procedura che sarà assolutamente senza costi per i cittadini. L’operazione sarà gestita dai server dell’Ati tra Poste italiane e Telecom.

La Pec, la propria casella di posta elettronica, è assolutamente equivalente a una raccomandata: assicura l’integrità del messaggio tra il server mittente e quello destinatario e ne certifica l’avvenuta consegna.

Sul sito www.indicepa.gov.it inoltre sarà possibile controllare se il proprio comune è già aggiornato per l’utilizzo della Pec.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>