Sistemi rilevamento semaforici necessaria presenza vigile

di Alessandro Bombardieri Commenta

Non può venire accolta la tesi secondo la quale non è necessaria la presenza dei vigili nei pressi del semaforo con apparecchiatura a posto fisso.

rincari_multe_auto

La Corte di Cassazione ha emanato in data 30 ottobre 2009 un’importante sentenza riguardante il principio dell’attraversamento con il rosso, che si riferisce al regolamento allegato al Codice della Strada.

Con la sentenza numero 23084 la Cassazione afferma che il regolamento allegato al CdS non è applicabile laddove ricomprende l’ipotesi di impossibilità della contestazione immediata nei casi di attraversamento dell’incrocio col semaforo rosso.

In parole povere, la sentenza della Cassazione stabilisce che si tratta di mera norma regolamentare, la quale non può in alcun caso derogare a quella generale sulla necessità della contestazione immediata quando possibile, e sulla presenza dei vigili.

In pratica non può venire accolta la tesi secondo la quale non è necessaria la presenza dei vigili nei pressi del semaforo con apparecchiatura a posto fisso.

La Cassazione afferma dunque che la presenza del vigile è comunque necessaria, rendendo di fatto inapplicabile l’articolo 384 del Regolamento allegato al Codice della Strada, laddove è ricompresa l’ipotesi di impossibilità della contestazione immediata in caso di attraversamento dell’incrocio col semaforo rosso.

Come sottolineato nella sentenza il rilevamento elettronico si presta sempre ad errori, e solamente la presenza fisica del vigile può svolgere perfettamente il compito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>