Famiglie italiane sempre più indebitate

di F.D. Commenta

L'associazione artigiani e piccole imprese di Mestre (Cgia di Mestre) ha reso noto alcuni dati relativi ad un'analisi appena..

L’associazione artigiani e piccole imprese di Mestre (Cgia di Mestre) ha reso noto alcuni dati relativi ad un’analisi appena compiuta riguardo all’indebitamento medio della popolazione e delle famiglie italiane.

Dall’introduzione dell’euro nel 2001 ad oggi l’indebitamento medio delle famiglie italiane è cresciuto dell’81% a causa di diversi fattori e stili comportamentali.

Il debito medio che ha ogni famiglia italiana ha raggiunto quota 15mila euro e a quanto pare non cessa ad aumentare con picchi di circa 20mila euro nell’area milanese e in quella romana.


A far aumentare questo dato è senza dubbio l’accesso al credito e ai mutui agevolati che offrono ormai tutte le banche italiane. Gli italiani in genere si indebitano per acquistare la prima e la seconda casa, ma a far discutere sono anche gli indebitamenti per motivi meno essenziali come ad esempio un prestito per le vacanze o per l’acquisto di qualche accessorio per la casa.


La fetta più grande del nostro indebitamento è senza dubbio il settore dell’edilizia. La causa è essenzialmente lo stile di vita degli italiani, ma anche delle agevolazioni che gli vengono proposte. Ormai in qualsiasi supermercato esiste la possibilità di pagare ratealmente e a tassi vicini allo zero e in questo modo gli italiani optano per acquistare pagando un po’ al mese.

Si compra a rate la macchina, il frigorifero, la casa, i mobili e molto altro. Se per l’acquisto di un oggetto il pagamento rateale può essere interessante il problema comincia a farsi sentire quando vengono acquistati più beni con il medesimo metodo di pagamento. In sempre più occasioni a fine mese si hanno da pagare diverse rate per l’acquisto di più beni nel corso degli anni.

L’avvento della grande distribuzione ci ha permesso di avere una sempre maggiore qualità dei prodotti ed un continuo rinnovo dei modelli, così facendo l’utente finale ha la possibilità di avere una sempre più maggiore scelta e, grazie al pagamento rateale, di non dover più rinunciare all’acquisto.

L’utente però in molte occasioni si trova a dover pagare rate su rate e non riuscire più ad arrivare alla fine del mese. Se prima l’utente aspettava ora non si aspetta più per comprare un oggetto, ma lo si paga a rate e così aumenta il debito e sale la lista delle famiglie che vedono portarsi via il bene o addirittura la casa per l’impossibilità di pagarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>