Via libera alle centrali nucleari in Italia

di F.D. 2

Solo ieri avevamo parlato di una intervista al quotidiano francese Le Figaro..

Solo ieri avevamo parlato di una intervista al quotidiano francese Le Figaro nel quale il premieri italiano Silvio Berlusconi elogiava i successi del proprio governo al fine di riaprire molti cantieri chiusi dalla sinistra che potrebbero aumentare le rese del nostro sistema dei trasporti verso il resto d’Europa tra cui anche la linea Torino-Lione per la quale Berlusconi ha ribadito un secco si al piano di attuazione.


Durante il vertice italo-francese si è trovato finalmente un accordo anche sulla proliferazione nucleare in Italia con un processo di attuazione bilaterale tra le aziende Enel ed Edf. L’alleanza prevede la costruzione di ben 4 centrali nucleari sul territorio italiano a partire dal 2020 che porteranno il nostro paese a dipendere meno dal gas e dal petrolio in assoluta incertezza causa i dissapori tra Ucraina e Russia.


Silvio berlusconi spiega altresì come sia stato indispensabile la presidenza semestrale da parte di Nicolas Sarkozy che è riuscito magistralmente con opere di diplomazia a mantenere salda l’amicizia tra Russia e Stati Uniti durante la vicenda con la Georgia. Se non ci fosse stato Sarkozy, spiega Berlusconi, ci sarebbe stato il pericolo di incappare in una guerra fredda in stile anni ’60, ma con la tecnologia del 2010.

Fonte | Il Sole 24 Ore

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>