Berlusconi non è preoccupato per il caso Ruby

di Redazione Commenta

Sono arrivate le prime dichiarazioni di Silvio Berlusconi dopo il rinvio a giudizio...

Spread the love

Sono arrivate le prime dichiarazioni di Silvio Berlusconi dopo il rinvio a giudizio per concussione e prostituzione minorile nel caso Ruby disposto dal giudice per le indagini preliminari di Milano.

Il premier, intervenuto nel corso della conferenza stampa convocata a Palazzo Chigi insieme a Tremonti per presentare una serie di iniziative in tema di economia ha detto di non essere per nulla preoccupato di quello che sta succedendo.

Invece è preoccupato il cardinale Bagnasco, il quale ha confermato il suo invito alla responsabilità rivolgendosi a tutti, dal mondo del lavoro alla politica. Anche Emma Marcegaglia, presidente di Confindustria, ha voluto richiamare all’etica, che deve essere alla base delle azioni di tutti.

Berlusconi si è detto convinto che la maggioranza terrà, inoltre sul federalismo ha detto che non c’è nessun problema. Bossi ha assicurato al premier la sua volontà di tenere la maggioranza coesa. Come sottolineato da Berlusconi, in questo modo la legislatura potrà arrivare fino alla fine.

Bossi in effetti sembra convinto a rimanere fedele al governo, ma non sembra molto convinto sui numeri. Parlando del governo ha detto: “Se ha i numeri va avanti. Se non ci fossero, cade da solo“. Berlusconi dal canto suo ha dichiarato che la maggioranza potrebbe salire a 325 deputati nei prossimi giorni.