Graduatorie assunzioni ASL vale quella più remota

di Alessandro Bombardieri Commenta

L'ASL è tenuta a dare maggiore importanza alle domande più remote.

Il Tar del Lecce con l’ordinanza n. 679/09 ha ribadito che nella selezione delle graduatorie da usare per nuove assunzioni, l’ASL è tenuta a dare maggiore importanza alle domande più remote.

Viene così accolta l’istanza cautelare portata avanti da alcune persone che erano candidate in una graduatoria stilata nel 1999, le quali si sono opposte alla decisione dell’ASL di Lecce che aveva saltato a piè pari questa lista di 10 anni fa.

Addirittura era stata messa da parte anche una più recente graduatoria, risalente al 2005. Il TAR del Lecce è così andato contro la decisione del Tribunale di Lecce e dell’ordinanza 21/07/09, stabilendo che è compito del Giudice amministrativo la decisione su quali graduatorie scorrere nel caso di assunzioni a tempo indeterminato.

Il ricorso era stato portato avanti, come detto, da alcuni candidati alla lista del 99 che insieme a quelli del 2005 erano stati esclusi dalle scelte dell’Asl in quanto dichiarati eccedenti alle esigenze dell’azienda stessa.

Infine quindi il Giudice amministrativo ha accolto il ricorso dei candidati soffermando sulla regola che privilegia chi abbia il diritto di graduatoria più indietro nel tempo, quindi in questo caso quella del 99.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>