Programmi criptati di Rai e Mediaset

di F.D. Commenta

Come sappiamo, dopo gli sviluppi della legge sull'iva per i canali satellitari, Sky ha deciso di cacciare dal proprio sistema..

Le associazioni dei consumatori sono in rivolta per via della decisione di ripristinare il servizio che pone nello stato di criptato diversi programmi della Rai e di Mediaset.

Come sappiamo, dopo gli sviluppi della legge sull’iva per i canali satellitari, Sky ha deciso di cacciare dal proprio sistema di programmazione tutti i canali Rai. Così facendo, chi è in possesso di un decoder satellitare di Sky non può vedere nessun programma Rai.

I cittadini quindi che pagano un abbonamento sottoforma di canone Rai non possono avere il privilegio di guardare i propri programmi in digitale se non solo dopo aver acquistato un nuovo decoder.


I cittadini con decoder Sky sono quindi costretti a vedere i programmi Rai in analogico, ma come capita ormai in molte zone, la qualità del segnale è talmente scadente che risulta impossibile la visualizzazione.

Non solo, ma i cittadini che possiedono un decoder satellitare classico si trovano spesso nelle condizioni di trovarsi davanti un canale criptato. La delibera numero 216/00/Cons emanata dall’Agcom aveva garantito ai cittadini la visualizzazione dei programmi Rai con lo stesso decoder. La Rai quindi continua a disattendere a tale ordinanza.


Qualche giorno fa avevamo parlato della possibilità di vedere i canali Rai in streaming su internet con una qualità decisamente buona, ma anche in questo caso molti dei programmi risultano essere criptati. Il problema grave sorgerà nei prossimi mesi quando la legge obbligherà i canali a passare esclusivamente in programmazione digitale.

A quel punto sarà veramente difficile vedere i programmi Rai protetti. E’ per questo che l’Adiconsum ha presentato una richiesta di applicazione della delibera dell’Agicom. Il modulo è possibile scaricarlo da qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>