Adiconsum ancora contro gli aumenti autostradali

di Alessandro Bombardieri Commenta

Multa ai gestori che causeranno code maggiori di 15-20 minuti.

casello-autostradale-4aa2be808757e

Come sappiamo e come vi abbiamo raccontato nei giorni scorsi, con l’arrivo dell’anno nuovo sono arrivati anche nuovi aumenti per i pedaggi autostradali, praticamente in tutta Italia, con poche distinzioni.

Questi aumenti sembrano effettivamente inadeguati e privi di ogni significato, se non quello di far cassa, in quanto le condizioni delle strade ed i servizi sono sempre gli stessi, se non addirittura peggiorati in alcuni casi limite.

Adiconsum che è sempre a tutela dei consumatori contesta questi nuovi aumenti sulle reti autostradali non giustificati, sia per l’inflazione zero sia per la diminuzione dei prezzi dei prodotti industriali del 5%.

Adiconsum ha inoltre verificato i servizi autostradali in occasione del rientro dell’Epifania ed i risultati riscontrati non sono sicuramente in linea con gli aumenti dei pedaggi.

Secondo Adiconsum la situazione si è aggravata con i nuovi caselli automatizzati che sarebbero molto lenti rispetto a quelli classici, e causerebbero quindi molte code.

Adiconsum chiede quindi all’Anas un intervento per fare in modo che il pedaggio sia pagabile all’entrata in autostrada o nelle aree autogrill.

Inoltre viene proposta una multa ai gestori che causeranno code maggiori di 15-20 minuti. Anche la creazione di un call center sempre a disposizione degli automobilisti sarebbe una cosa molto utile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>