Capodanno in famiglia causa manovra salva-Italia

di Vito Verna Commenta

Il 4% degli italiani, causa manovra salva-Italia e ristrettezze economiche, non festeggerà il Capodanno.

Nonostante gli effetti della manovra salva-Italia, diventata legge grazie all’approvazione, avvenuta pochi giorni fa, da parte di entrambe le Camere del Parlamento, si cominceranno a sentire solamente nel corso del 2012, gli italiani hanno già ormai da tempo cominciato a farsi i conti in tasca cercando di elaborare strategie, quanto mai raffinate ed efficaci possibili, per cercare di ottenere questa o quella detrazione ed evitare di pagare l’intero carico fiscale cui verrà sottoposto ciascuno di noi.

POVERTÀ DILAGANTE IN ITALIA

Come che sia, comunque, i tempi sono magri e, aldilà delle possibili scappatoie concesse a quanti siano veramente disagiati e bisognosi, l’unica valida strategia di risparmio resta quella, appunto, di risparmiare, quanto più possibile, sulle spese inutili e superflue quali quelle per i costosissimi viaggi ai Caraibi che, da sempre, gli italiani si concedono nel corso delle festività natalizie.

FORBICE INFLAZIONE STIPENDI SEMPRE PIÙ ALTA

Ridotti all’osso, però e purtroppo, saranno anche le gite fuori porta nonché il solitamente luculliano cenone di San Silvestro tanto che, secondo le prime stime ufficiali rilasciate da Confesercenti, fiduciosa che i saldi dell’anno nuovo porteranno una ventata di novità e freschezza rivitalizzando gli acquisti degli italiani, l’86% dei connazionali passerà il Capodanno in casa propria, circondato solamente da amici e parenti, rinunciando, dunque, a qualsiasi sorta di vezzo, di lusso o di spreco.

Inoltre, sempre secondo l’indagine della Confesercenti, saranno circa il 4% (numero oltre modo considerevole) gli italiani che non festeggeranno in alcun modo il Capodanno poiché in gravi ristrettezze economiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>