Strage Thyssenkrupp oggi la sentenza del tribunale di Torino

 
Elena Botta
15 aprile 2011
Commenta

Oggi a Torino è attesa la sentenza del tribunale contro la strage della Thyssenkrupp, dove il 6 dicembre del 2006, a causa di un improvviso rogo, persero la vita sette operai e molti altri rimasero feriti.
Oggi la corte d’Assise di Torino emanerà la sentenza in cui risultano imputati i responsabili del terrificante incidente, in modo particolare l’amministratore delegato Herald Espenhahn (che dovrà anche rispondere dell’ipotesi di reato più grave) che rischia dai nove ai sedici anni e mezzo di carcere.



Dal gennaio del 2009 si sono susseguite circa una novantina di udienze in cui i parenti delle vittime che si sono costituiti a parte civile, hanno chiesto che i pm Raffaele Guariniello, Francesca Traverso e Laura Longo richiedano come condanna 16 anni e mezzo per l’amministratore delegato, 13 anni e mezzo per Gerald Priegnitz, Marco Pucci, Raffaele Salerno e Cosimo Cafueri, nove anni per Daniele Moroni accusati invece di omicidio colposo ma con colpa cosciente.
In più i pm hanno chiesto anche un’ammenda di un milione e mezzo, la conseguente revoca di finanziamenti e sovvenzioni e lo stop relativo a qualsiasi tipo di pubblicità per l’azienda.
Oltre a questo si aggiungono anche la possibilità di pubblicazione della sentenza sui quotidiani internazionali, 800 mila euro di multa per il reato e l’apertura di un’inchiesta relativa a i presunti falsi testimoni che sono stati portati dalla difesa.
Gli avvocati della difesa sostengono inoltre che è come se Herald Espenhahn avesse soltanto pronosticato un possibile incidente non accettando così che si sarebbe potuto verificare in modo da non ammettere che si è trattato di un assassinio vero e proprio.
L’accusa invece ribadisce che l’a.d. era intenzionato a chiudere lo stabilimento di Torino e che quindi era ovvio che non se ne interessasse, rinunciando così ad investire nella sicurezza antincendio e puntando soltanto sulla buona fortuna.

Articoli Correlati
La Francia rinuncia alla Torino – Lione

La Francia rinuncia alla Torino – Lione

La notizia, a dirla tutta, non è poi granché: la linea TAV Torino – Lione potrebbe non venir mai completata poiché la Francia avrebbe deciso di mettere seriamente in discussione codesto progetto.

La verità sulla strage di Via d’Amelio

La verità sulla strage di Via d’Amelio

La verità sulla strage che, ormai vent’anni fa in Via d’Amelio, costò la vita sia al giudice palermitano Paolo Borsellino che a ben 5 degli uomini delle forze dell’ordine della scorta del magistrato siciliano, potrebbe essere finalmente venuta a galla.

Sentenza P2P tribunale Barcellona

Sentenza P2P tribunale Barcellona

Il tribunale di Barcellona non condanna la condivisione di file sulla Rete…

Software pirata sentenza Cassazione

Software pirata sentenza Cassazione

La Cassazione propone una netta distinzione tra le aziende ed i liberi professionisti.

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento