Piano anti-inquinamento Regione Lombardia senza incentivi auto

di Alessandro Bombardieri Commenta

Ancora una volta la Regione ha cambiato strategia per combattere l'inquinamento...

Solamente ieri vi abbiamo parlato del blocco del traffico a Milano e comuni limitrofi, oggi invece parliamo a più ampio raggio del progetto della Regione Lombardia per contrastare l’inquinamento dell’ambiente.

Ancora una volta la Regione ha cambiato strategia per combattere l’inquinamento, infatti dopo il flop del progetto del 2009 del mega blocco del traffico, che avrebbe dovuto coinvolgere la quasi totalità dei comuni lombardi, ora si parla di un taglio agli incentivi auto.

Come se non bastasse il fatto che quest’anno non ci sono stati incentivi statali per l’acquisto di auto poco inquinanti, adesso la Regione Lombardia sta pensando di non prevedere incentivi nemmeno per il 2011, indirizzando invece gli sforzi sulla riqualificazione energetica degli edifici, sia pubblici che privati.

Il nuovo piano punterà tutto su energie rinnovabili e su un riscaldamento più efficiente degli ambienti, con tutti i 22,5 milioni di euro stanziati che serviranno per la riqualificazione energetica. Secondo quanto dichiarato dal governatore Roberto Formigoni, nel giro di tre anni, Milano sarà la città più teleriscaldata.

Formigoni ha inoltre ricordato che la Lombardia vede un inquinamento in calo dal 2002, e ha già sette capoluoghi che rispettano i parametri europei.

Con questo piano gli incentivi auto avranno un ruolo di rincalzo, con la notizia che arriva proprio il giorno dopo l’annuncio del blocco del traffico.

In questi mesi invernali, resteranno fermi circa 800mila veicoli, e oltre al pericolo multa per chi circola comunque c’è anche il rischio del fermo amministrativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>