Nasce il partito di Carlo Taormina

di Giuseppe Aymerich Commenta

La caratteristica più significativa, e che di certo costituisce uno stacco netto rispetto a quanto avveniva durante..

In Italia, si sa, è difficile resistere alla tentazione di plasmarsi un partito a propria immagine e somiglianza. Anche in tempi come quelli attuali, in cui tanto a destra quanto a sinistra le liste maggiori lavorano per un’unificazione, non mancano le iniziative di chi preferisce restare al di fuori di questi processi e costruire la propria lista in totale autonomia.

La caratteristica più significativa, e che di certo costituisce uno stacco netto rispetto a quanto avveniva durante la cosiddetta “Prima Repubblica”, è dato dal fatto che il tratto fondante delle nuove liste non è offerto tanto dai valori che si propone di rappresentare quanto piuttosto dalla personalità e dal carisma (vero o presunto) guadagnatosi dal suo fondatore.

E anche per l’avvocato Carlo Taormina è giunto il momento di scendere in campo.


Taormina, da sempre vicino alle posizioni del centrodestra, ha preferito tuttavia negli ultimi mesi separare la sua strada politica rispetto a quella dello schieramento guidato dal premier Silvio Berlusconi e ha recentemente dato vita ad una propria lista, “Lega Italia”, di cui a Firenze si è tenuto il comitato costituente nei giorni scorsi.

Taormina, che conta di candidare la sua lista alle prossime elezioni europee e amministrative come indipendente, sembrerebbe maggiormente interessato alle questioni di politica estera che a quelle interne. Il suo principale obiettivo è quello di collaborare alla costruzione di un’Europa di Stati e di ostacolare, invece, un unico macrostato comunitario. “Difendere il made in Italy” è la parola d’ordine della neonata Lega Italia.


A detta di Taormina, l’attuale bipolarismo sarebbe soltanto un modo nuovo per “spartirsi la torta”, con “nani e ballerine messi lì dai vertici”. Inoltre, l’avvocato ritiene che l’attuale sistema politico sia troppo “nord-centrico”, e afferma di volerlo riposizionare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>