Nuovo sistema incentivi fonti rinnovabili in autunno

di Alessandro Bombardieri Commenta

Il Governo italiano invierà a Bruxelles nei prossimi giorni il nuovo Piano Nazionale sulle Energie Rinnovabili.

energie-rinnovabili-eolica-fotovoltaico1

Il sistema dei Certificati Verdi, pensato per l’incentivazione della produzione di energia da fonte rinnovabile, e salvato in extremis, ha obbligato il Governo a pensare ad un nuovo sistema di incentivi per recepire la terza direttiva europea sul tema.

Il Governo italiano invierà a Bruxelles nei prossimi giorni il nuovo Piano Nazionale sulle Energie Rinnovabili, che sta proprio subendo le ultime modifiche in queste ore, per accogliere i rilievi delle associazioni di settore.


Come affermato dal sottosegretario allo Sviluppo Stefano Saglia, si tratta di un buon compromesso, anche se va detto che il direttore generale di Confindustria, Giampaolo Galli, calcola che il raggiungimento dell’obiettivo fissato dalla nuova direttiva per il solo settore elettrico avrà un costo di 9 miliardi di euro nel 2020 con un incremento del costo medio dell’energia elettrica consumata di circa 25 euro al MW/ora.

Però Saglia ha voluto tranquillizzare gli operatori, riaffermando la volontà dell’Esecutivo di garantire gli investimenti fin qui effettuati.

Come affermato da Saglia, il sistema attuale, che prevede l’obbligo di ritiro da parte del GSE dei certificati verdi in eccesso, prosegue e garantira’ gli investimenti del 2009 e del 2010. Il nuovo sistema dovrebbe pesare di meno sulle bollette dei cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>