Record entrate fiscali sopratutto grazie all’IMU

di G.V. Commenta

Aumentano le tasse, aumenta il gettito fiscale. Lo stato continua ad accumulare denaro che proviene sia dall'Imu che dai giochi e dallo stesso calo del gettito dell'Iva.

Le entrate tributarie fanno registrare numeri record infatti nei primi undici mesi del 2012 si sono attestate a quotra 378,189 miliardi di euro, con un positivo del 3,8% pari a 13,8 miliardi rispetto allo stesso periodo del 2011. Questo è quado si apprende da una nota del Dipartimento dell Finanze del ministero dell’Economia.

Entrando nel dettaglio si registra questa crescita del gettito fiscale grazie a vari aumenti che si sono avuti negli undici mesi in questione (gennaio-novembre 2o12). Abbiamo un +4,8% di imposte dirette e un +2,6% di imposte indirette. Tra le imposte dirette svetta, giustamente, l’IMU ma non sono meno efficaci l’imposta sostitutiva sulle ritenute, interessi e altri redditi di capitale come l’aumento di tassazione sulle rendite finanziarie.

► IMU PIU’ COSTOSA DELLA VECCHIA ICI

► SALDO IMU DICEMBRE 2012: ALIQUOTE ED AGEVOLAZIONI SECONDE CASE

In generale il Ministero dell’Economia sottolinea l’importanza sopratutto dell’Imu che solo per la prima rata ha portato nelle casse dello stato quasi 10 miliardi di euro e dell’attività di accertamento e controllo che è riuscita a recuperare ben 6,433 milioni di euro in solo 11 mesi.

Non meno rilevanti sono le entrate relative ai giochi che nel periodo gennaio-novembre 2012 anche se fanno registrare un calo del 6,3% rappresentano uno dei più significativi introiti dello stato. Alcuni numeri positivi si registrano nelle lotterie istantanee ( +0,5% pari a + 7 milioni di euro) e nell’utilizzo di congegni elettronici di gioco (+2,0% pari a + 70 milioni), mentre in forte calo sono i proventi del lotto ( -8,9% pari a -554 milioni di euro).

Infine il contributo di solidarietà sempre nello stesso periodo si è attestato a 259 milioni di euro pari al 3% sulla parte di reddito complessivo eccedente i 300.000 euro.  Mentre la congiuntura economica negativa e la conseguenza diminuzione della domanda interna ha determinato nel 2012 un calo del gettito Iva dell’1,8% l’equivalente di 1,818 miliardi di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>