Scadenzario fiscale gennaio 2012

di Vito Verna Commenta

Descrizione sintetica delle scadenze fiscali previste entro il 31 gennaio 2012.

Tutti noi ormai ben sappiamo come ogni nuovo anno cominci con una serie di scadenze fiscali che, ove non regolarizzate entro i termini previsti dalla normativa vigente, potrebbero costarci molto più di quanto effettivamente dovuto a causa, naturalmente, delle maggiorazioni prescritte quali sanzioni amministrative.

RIMBORSI DEL FISCO PER OLTRE 900 MILIONI DI EURO

Ricordarsi, però, ogni scadenza, visti e considerati i numerosi impegni economico-finanziari accessori gravanti sul contribuente quali, a titolo d’esempio, il rinnovo dell’assicurazione RC Auto, potrebbe risultare essere complicato se non addirittura impossibile.

LA BELLEZZA DI PAGARE LE TASSE

Vediamo dunque, in maniera sintetica, quali tasse ciascuno di noi dovrà corrispondere allo Stato italiano entro e non oltre il 31 gennaio 2012.

SCADENZARIO FISCALE GENNAIO 2012

Contributi lavoratori domestici => Entro il 10 gennaio 2012 bisognerà provvedere alla regolarizzazione dei contributi previdenziali ed assistenziali a favore dei lavoratori domestici relativi all’ultimo trimestre del 2011 calcolati, come consuetudine, sul carico di lavoro totale

Addizionale comunale IRPEF => L’Imposta sul Reddito delle PErsone Fisiche, sia che si paghi ratealmente che in un unica soluzione, dovrà venir corrisposta entro il 16 gennaio 2012

Contributi previdenziali INPS – Enpals => Il pagamento dei succitati contributi, relativi alle retribuzioni da lavoro dipendente di dicembre 2011, è in scadenza in data 16 gennaio 2012

Tasse deceduti => Il 16 gennaio 2012, inoltre, è la prevista data di scadenza per la regolarizzazione, da parte degli eredi, delle tasse ancora pendenti a carico dei contributori deceduti

Imposta Comunale sugli Immobili => In realtà già scaduta in data 16 dicembre 2011, potrà venir pagata, con maggiorazione, entro e non oltre il 16 gennaio 2012. Stesso discorso dicasi per quanto riguarda l’Imposta sul Valore Aggiunto con la sola esclusione dell’acconto IVA dovuto entro il 27 gennaio 2012.

Da non scordarsi, poi, come entro il 31 gennaio si debba procedere al pagamento del bollo auto o, in caso di applicazione della tassa sul lusso della manovra salva-Italia, del superbollo sulle supercar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>