Aci Codice della Strada Europeo

di Alessandro Bombardieri Commenta

Ora anche il Parlamento italiano sembra essere tutto sommato dell’idea dell’Aci...

aci

L’Aci sta gettando le basi per creare un Codice della Strada a livello europeo, ossia un unico regolamento valido in tutti i paesi dell’Europa, senza distinzioni.

Ora anche il Parlamento italiano sembra essere tutto sommato dell’idea dell’Aci, che è già da molto tempo che propone questa linea.

Enrico Gelpi, presidente dell’Automobile Club d’Italia (l’Aci appunto), in occasione della 65a Conferenza del Traffico e della Circolazione organizzata dall’ACI a Riva del Garda (TN), ha ribadito la necessità di un CdS europeo.

Anche il vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Castelli, ha evidenziato la necessità di un testo unico a livello europeo, che faciliterebbe di molto il controllo.

Ha anche proposto una nuova formazione dei conducenti, in modo da rendere più abili tutte le persone che si mettono alla guida.

Secondo Castelli l’adozione della scatola nera potrebbe essere di fondamentale importanza, in quanto potrebbe stabilire con certezza la dinamica di ogni incidente e potrebbe rappresentare un deterrente nei confronti di chi infrange le regole del CdS.

Gelpi infine ha proposto l’obbligo di frequentare un corso di guida sicura entro 3 anni dal conseguimento della patente, oltre ad un biennio propedeutico alla guida per i sedicenni affiancati da un tutor qualificato ed esperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>