Nuove regole per i proprietari di cani (seconda parte)

di Giuseppe Aymerich Commenta

Sarà possibile portare a passeggio Fido senza imporgli la museruola, ma essa dovrà comunque essere tenuta sempre..

Vediamo dunque un quadro degli obblighi che i proprietari di cani dovranno conoscere a fondo a partire dal 28 gennaio. Innanzitutto, è bene precisare che, venendo meno la black list, tutti i cani saranno parificati: le regole dunque ricadranno indistintamente su chiunque ne possieda uno.

Sarà possibile portare a passeggio Fido senza imporgli la museruola, ma essa dovrà comunque essere tenuta sempre a disposizione, per fronteggiare un’emergenza improvvisa. Sarà però necessario assicurare in ogni momento il cane al guinzaglio, che necessariamente dovrà essere di ridotta lunghezza; si attende un allegato tecnico che indichi con precisione le caratteristiche di tale guinzaglio corto.


Scompare anche l’obbligo dell’assicurazione per la responsabilità civile, ma il Governo sta lavorando con le compagnie assicurative perché siano stipulabili polizze a prezzi politici e quindi accessibili a tutti. Attualmente il premio della polizza per i cani più tranquilli ammonta alla trentina di euro annui, mentre per gli esemplari meno raccomandabili si oscilla intorno ai duecento. Va detto che alcune associazioni cinofile propongono polizze assicurative altrettanto valide e con sconti speciali per gli iscritti.


I pacchetti assicurativi con gli anni sono divenuti molto flessibili e con numerosi optional, fra cui la possibilità di risarcire qualunque genere di danno e a vantaggio di qualsiasi componente del nucleo familiare (non solo il padrone, dunque). Talvolta, però, il risarcimento concesso dalla compagnia esclude una franchigia che si aggira mediamente sui cinquanta euro annui.
Altre polizze consentono di coprire spese di tipo diverso, come quelle della custodia o del veterinario, e c’è persino chi indennizza il padrone per il danno esistenziale subito dalla morte del fedele amico a quattro zampe.

Il nuovo provvedimento, infine, stabilisce che ogni cane responsabile di un’aggressione a terzi, anche lieve, dovrà essere sottoposto ad un trattamento di rieducazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>