Legge sulla privacy

di Alessandro Bombardieri Commenta

L'obiettivo finale di questa legge è di evitare che i dati personali di un soggetto vengano trattati senza il consenso stesso del cittadino

informativa_privacy_2

La famosa legge sulla privacy si trova nella Costituzione italiana agli articoli 15 e 21, nel Codice Penale Capo III Sezione IV ed in parte anche nel Decreto legislativo del 30 giugno del 2003, il famoso 196, dal titolo Codice in materia di protezione dei dati personali che molte persone erroneamente chiamano Testo unico sulla privacy.

La 196/03 cancella le norme della legge numero 675 del 96, Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, mentre sull’applicazione di questa norma vigila l’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

La legge sulla privacy ha come obiettivo il riconoscimento del diritto per ogni singolo cittadino in merito ai propri dati personali, e al loro trattamento, come per esempio la raccolta dei dati, il raffronto, la modifica, la diffusione ecc…

Nell’articolo 1 del Testo Unico è presente la norma che regola il diritto per ogni persona ai propri dati, e questo diritto fa parte dei diritti della personalità.

Un’importante differenziazione va fatta tra diritto sui dati personali e diritto alla riservatezza, infatti quest’ultimo non presenta dati riguardanti la vita privata del soggetto, come invece accade per quello sui dati personali (esempi sono l’indirizzo e il nome).

Quindi l’obiettivo finale di questa legge è di evitare che i dati personali di un soggetto vengano trattati senza il consenso stesso del cittadino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>