Beppe Grillo è preoccupato per il suo Blog

di F.D. Commenta

Era un vero e proprio scippo che le compagnie telefoniche facevano al momento di una qualsiasi ricarica..

beppe grillo ad una manifestazione

Il comico più famoso d’Italia Beppe Grillo si dice preoccupato per le sorti del suo blog. Negli ultimi anni il suo blog www.beppegrillo.it è diventato il blog più letto in Italia raggiungendo cifre spaventose sia di guadagni che di visite. Beppe Grillo, grazie al blog, ha potuto intraprendere diverse battaglie e i numeri sempre più ampi gli concedono diverse vittorie come ad esempio l’abolizione della tassa sulla ricarica del cellulare.

Era un vero e proprio scippo che le compagnie telefoniche facevano al momento di una qualsiasi ricarica. Grazie a Beppe Grillo e alla campagna lanciata sul suo blog questa è stata eliminata con una legge infilata di Bersani infilata in finanziaria durante l’ultimo governo Prodi. Beppe Grillo ora si sente minacciato da qualche possibile legge che potrebbe mettere i bastoni fra le ruote alla comunicazione su internet.


Sia ben chiaro, non è in progetto nessuna legge che possa mettere fine alla comunicazione attraverso leggi di censura, ma Beppe Grillo afferma che spesso alcune leggine proposte dai vari schieramenti politici sia di destra che di sinistra potrebbero minacciare la libertà di scrittura. Ricordiamo che una proposta di legge dell’ex deputato Vladimiro Guadagno consisteva nell’inserimento di una tassa siae per ogni immagine di qualità pubblicata sul web. Per fortuna questa proposta è smemata prima che potesse diventare legge.


Un’altro esempio sarebbe la proposta di legge che obbligherebbe i vari siti e blog a registrarsi in tribunale in modo da diventare testate giornalistiche. Questo comprometterebbe molto la libertà di comunicazione poichè sono pochi quei siti web che potrebbero permettersi di pagare un sistema redazionale complesso come quello italiano. Beppe Grillo ha quindi comprato casa e ufficio a Lugano e si sente pronto a trasferire li la sede legale del blog con un dominio che risponderebbe al nome di beppegrillo.eu o .ch. Speriamo che il comico possa continuare a comunicare liberamente anche in Italia senza essere costretto a trasferirsi in Svizzera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>