Roberto Maroni indagato per finanziamenti illeciti

di Stefania Russo Commenta

Fonti giudiziarie hanno riferito che il ministro dell'Interno Roberto Maroni è indagato dalla Procura di Roma con l'accusa di aver sfruttato..

Fonti giudiziarie hanno riferito che il ministro dell’Interno Roberto Maroni è indagato dalla Procura di Roma con l’accusa di aver sfruttato la sua posizione di parlamentare per ricevere finanziamenti illeciti da parte di un manager privato.

Le stesse fonti, inoltre, hanno precisato che il ministro ha respinto le accuse durante l’interrogatorio avvenuto nei giorni scorsi in procura ad opera del procuratore Capo Giovanni Ferrara e del procuratore aggiunto Alberto Caperna.


La notizia conferma le indiscrezioni pubblicate nei giorni scorsi da “L’Espresso”, secondo cui un dirigente d’azienda avrebbe rivelato ai magistrati milanesi di aver dato a Maroni 60.000 euro nel periodo compreso tra il 2007 e il 2008. Lo stesso settimanale, inoltre, ha spiegato che la procura di Milano ha aperto un’indagine nel luglio 2009, trasferita poi nei giorni scorsi a Roma.

Secondo gli inquirenti la somma di denaro risulta essere stata pagata a Maroni, con tanto di fattura regolare, per alcune consulenze legali di cui però non c’è alcuna traccia scritta.

A finire nel mirino anche uno dei manager della società sotto processo, indagato per finanziamento illecito ai partiti, con l’accusa di aver pagato Maroni e una sua collaboratrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>