Interscambio Cina Italia 100 miliardi in cinque anni

di Stefania Russo Commenta

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha incontrato oggi a Villa Madama il premier cinese Wen Jiabao. Al termine della riunione..

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha incontrato oggi a Villa Madama il premier cinese Wen Jiabao. Al termine della riunione il premier ha spiegato che il raggiungimento dell’obiettivo di 100-120 miliardi di dollari di interscambio tra i due Paesi è “un traguardo possibile e superabile“.

Berlusconi ha poi elogiato i ritmi di crescita della Cina mostrandosi d’accordo con chi sostiene che presto diventerà la prima economia al mondo. L’Italia, tuttavia, secondo il premier, non deve guardare alla Cina con timore ma piuttosto come un’opportunità, dal momento che continuerà ad accogliere i nostri prodotti e ad essere molto importante per l’economia italiana.


A dire la sua anche lo stesso premier cinese, il quale ha spiegato che inizialmente l’obiettivo considerato ambizioso era quello di raddoppiare l’interscambio tra i due Paesi portandolo a 80 miliardi di dollari in cinque anni, Berlusconi invece ha proposto si alzare ulteriormente la cifra e lui ha immediatamente accettato di condividere questa prospettiva ottimista.

Jiabao ha auspicato che presto si deciderà di stabilire un uguale trattamento per tutte le imprese, mettendo sullo stesso piano sia quelle cinesi che quelle straniere, una dichiarazione che Berlusconi ha sostenuto attivamente, spiegando che è molto importante garantire le stesse condizioni alle imprese straniere, soprattutto per quanto riguarda la partecipazione alle gare d’appalto.

In occasione della visita di Jiabao sono stati siglati ben 10 accordi commerciali tra Cina e Italia, per un valore complessivo pari a 2,25 miliardi di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>