Affidamento decisivo anche il parere del figlio minorenne

di Alessandro Bombardieri Commenta

Devono essere ascoltati anche i figli minorenni per decidere l'affidamento ai genitori...

separati2

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno stabilito che devono essere ascoltati anche i figli minorenni per decidere l’affidamento ai genitori nei casi di separazione tra moglie e marito.

Viene inserita anche la nota che i figli devono essere ascoltati solamente se questo non causi a loro un danno.

Viene richiamato l’articolo 6 della Convenzione di Strasburgo, ratificata con legge n. 77 del 2003, dall’articolo 155 sexies del codice civile in tema di affidamento congiunto (Legge n.54 del 2006), e dall’articolo 12 della Convenzione sui diritti del fanciullo di New York del 1991.

Viene deciso che l’ascolto delle parole del minore è obbligatorio, sempre che non urti il minore; il non ascolto della volontà del minore viene inteso come violazione del principio del contraddittorio; l’audizione del minore non è comunque imposta per legge; è il giudice italiano a dover decidere a chi dare l’affidamento del minorenne nel caso in cui la residenza sia sempre stata in Italia, così come nel caso in cui la madre si sia trasferita all’estero con i figli prima dell’inizio del processo.

Comunque riassumendo quello che viene fuori da questa sentenza è che anche i figli minorenni hanno il diritto di decidere sul proprio affidamento nel caso di separazione dei genitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>