Fininvest Lodo Mondadori richieste di integrazione

di Alessandro Bombardieri Commenta

I giudici del processo civile d’appello hanno stabilito nuovi termini per il deposito di nuova documentazione da parte di Fininvest e Cir.

Si torna a parlare del famoso Lodo Mondadori, perchè i giudici del processo civile d’appello hanno stabilito nuovi termini per il deposito di nuova documentazione da parte di Fininvest e Cir.

La richiesta era pervenuta ufficialmente da Fininvest lo scorso 24 settembre, la quale vuole integrare una perizia tecnica.

Come deciso dai giudici, il gruppo milanese che controlla Mondadori e Mediaset, avrà tempo fino al 5 ottobre prossimo per presentare l’istanza con le richieste di integrazione, mentre Cir avrà tempo fino all’11 ottobre.

I giudici prenderanno una decisione solamente dopo quest’ultima data, dovranno decidere se proseguire nel procedimento o se disporre un’integrazione tecnica.

Nel frattempo però Fininvest ha presentato un’istanza con 7 quesiti da porre ai periti, a pochi giorni di distanza dalla consulenza che ha diminuito del 35-41% l’indennizzo che aveva stabilito il giudice di primo grado, a circa 440-490 milioni di euro, denaro che Fininvest dovrebbe versare a Cir.

Tuttavia i legali di Cir hanno dichiarato che faranno valere i rilievi critici rispetto alle valutazioni dei periti durante le fasi finali della causa.

L’accordo extra-giudiziale da 350 milioni di euro, del quale si era sentito parlare nelle scorse ore, è stato seccamente smentito da Pasquale Cannatelli, Ad di Fininvest, il quale ha bollato come invenzioni dei giornali queste voci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>