GdF chiusura sito file sharing linkstreaming.com

di Alessandro Bombardieri Commenta

La piattaforma di file sharing linkstreaming.com è stata sottoposta a sequestro preventivo dalla Guardia di Finanza di Cagliari.

linkstreaming

La piattaforma di file sharing linkstreaming.com è stata sottoposta a sequestro preventivo dalla Guardia di Finanza di Cagliari, che ha così chiuso uno dei principali siti italiani per lo streaming di film, telefilm e serie televisive.

L’operazione che ha portato alla chiusura del sito ha il nome di Little Angel e la GdF ha potuto contare sulla collaborazione di FPM, la sezione antipirateria musicale di FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana), e di FAPAV (Federazione Anti-Pirateria Audiovisiva).

A coordinare le indagini è stato il sostituto procuratore Giangiacomo Pilia, e si è arrivati a bloccare tutte le attività del sito, che aveva i server in Svezia, come il più famoso ThePirateBay.

Sono state iscritte nel registro degli indagati sei persone, accusate di aver divulgato al pubblico contenuti tutelati dal diritto d’autore; ora rischiano una pena da uno a quattro anni di carcere e una multa da 2.582 a 15.493 euro.

Ovviamente sono giunti commenti di soddisfazione dalla FIMI, per bocca del presidente Enzo Mazza.

Stando ai numeri dichiarati dalla GdF le perdite generate dalla pirateria in Europa nel solo 2009 ammontano per governi e imprese del settore a circa 13 miliardi di euro di mancati ricavi e hanno prodotto la perdita di oltre 250.000 posti di lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>