Truffe conti correnti online operazione Iktus

di Alessandro Bombardieri 1

I truffatori inviavano mail fasulle a clienti scelti a caso con la richiesta di effettuare il login nel sito della banca...

phishing-poste-2007_1

Arriva da Perugia un nuovo caso di truffa online, sempre attuata tramite il classico stratagemma delle mail fasulle, chiamate in gergo tecnico phishing.

La Polizia Postale di Perugia ha arrestato 17 persone (3 italiani, 4 egiziani e 10 romeni) con l’accusa di aver organizzato una truffa online su diversi conti correnti.

Il nome dell’operazione della polizia è Iktus, ed ha scoperto così una truffa che avrebbe colpito centinaia di clienti di conti correnti, con un danno stimato in circa 1 milione di euro.

Sono partite nell’aprile del 2009 le indagini, con una denuncia presentata alla Polizia Postale di Perugia per furto d’identità tramite e-mail false, che si spacciavano per i veri siti dei vari conti correnti online.

Come spiegato da Annalisa Lillini, comandante del compartimento della Polizia Postale di Perugia, i truffatori inviavano mail fasulle a clienti scelti a caso con la richiesta di effettuare il login nel sito della banca che in realtà però era una copia, gestita dai truffatori, che potevano così recuperare la password ed entrare nei veri conti correnti.

I soldi venivano trasferiti per gran parte in Romania, passando attraverso conti PostePay o caricati su schede SIM, per la maggior parte di Wind, la quale ha collaborato alla risoluzione della truffa.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>