Battaglia fra Malpensa e Fiumicino

di Giuseppe Aymerich Commenta

Poiché invece i tedeschi di Lufthansa sarebbero più propensi a valorizzare l’aeroporto lombardo e non a ridimensionarlo..

La Lega Nord è assolutamente contraria all’alleanza fra la nuova Alitalia e la compagnia transalpina Air France – KLM. Il motivo è molto semplice: poiché per i francesi lo scalo principale è quello di Parigi, essi si battono per evitare che la società italiana assuma come punto di riferimento lo scalo di Malpensa, che finirebbe per fare concorrenza al “Charles De Gaulle” per motivi di maggiore vicinanza geografica in confronto a Fiumicino.

Poiché invece i tedeschi di Lufthansa sarebbero più propensi a valorizzare l’aeroporto lombardo e non a ridimensionarlo, la conclusione è che il partito di Umberto Bossi sta muovendo tutte le sue pedine perché il famigerato partner straniero che dovrebbe entrare da mesi nell’azionariato della Compagnia Aerea Italiana sia appunto Lufthansa e non Air France.


In realtà CAI è una società privata e dunque nessuna forza politica ha formalmente il potere di ostacolare o favorire le contrattazioni. Ma è anche vero che il Governo si è speso moltissimo per far uscire Alitalia dal tunnel dei debiti e dunque la forza di persuasione informale del centrodestra è comunque notevole.

E se alla battaglia leghista si aggiungono numerose personalità locali del centrodestra, a partire da Roberto Formigoni, reazioni altrettanto risolute arrivano da Roma. Il sindaco Gianni Alemanno definisce “incomprensibili e gravi” le battaglie contro Air France, poiché “nessuno può togliere a Fiumicino il ruolo di hub intercontinentale dell’Italia”.


E a difesa del “Leonardo da Vinci” si schiera anche il governatore laziale Piero Marrazzo, del Partito Democratico, che parla della “vigilia di una battaglia decisiva”.
Se anche il centrosinistra prende posizione, è comunque nella maggioranza che si assiste allo scontro che deciderà le sorti dei collegamenti internazionali di Alitalia. Ad oggi è impossibile fare previsioni su come andrà a finire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>