Fini: accordo coi magistrati barzelletta di Berlusconi

di Redazione Commenta

Il premier smentisce le indiscrezioni, apparse su agenzie e testate come il sito del “Corsera”, che gli attribuivano queste parole: “c’è un accordo tra l’Anm e Fini per..

Spread the love

(FOTO ANDROKONOS)
Il premier smentisce le indiscrezioni, apparse su agenzie e testate come il sito del “Corsera”, che gli attribuivano queste parole: “c’è un accordo tra l’Anm e Fini per andare contro riforma di giustizia e legge sulle intercettazioni, fin quando rimarrà presidente a Montecitorio”
Fini, dopo la diffusione di queste dichiarazioni, sempre secondo indiscrezioni riportate dai suoi “vicini” avrebbe detto:“questa è un’altra barzelletta che Berlusconi ha preso dal suo repertorio”.



IL MECCANISMO DELLE INDISCREZIONI E LA STAMPA
Berlusconi oggi era a pranzo con i parlamentari europei al centralissimo “Duke Hotel” a Roma. Spesso accade che la stampa riporta dichiarazioni che poi vengono smentite, soprattutto dopo incontri politici come il pranzo di oggi: di solito chi partecipa a questi eventi rilascia dichiarazioni ai giornalisti che “fanno la posta” ai politici per carpire qualche informazione su quello di cui si è discusso, e gli stessi politici riportano dichiarazioni di altri, come Fini o il premier in questo caso. I virgolettati oppure i discorsi indiretti sono spessissimo ridimensionati o smentiti.

In questo caso le smentite del presidente del consiglio dei ministri erano dovute. Infatti è stato Antonio Di Pietro a ricordare che: “se si parla di comportamenti non regolari della magistratura, questi dovrebbero essere denunciati dal premier”.