Primo convoglio di aiuti per il Congo

di Stefania Russo Commenta

Un convoglio delle Nazioni Unite è arrivato nel territorio della Repubblica Democratica del Congo per portare aiuti..

Un convoglio delle Nazioni Unite è arrivato nel territorio della Repubblica Democratica del Congo per portare aiuti ad alcune delle 250.000 persone vittime dei combattimenti.

Si tratta del primo aiuto per le persone che si trovano nei territori controllati dalle forze ribelli di Laurent Nkunda.

L’esercito di Nkunda la settimana scorsa ha instradato i militari congolesi nella zona attorno a Goma, capitale delle restie province settentrionali del Kivu.


I Ministri degli Esteri di Francia e Regno Unito, dopo aver visitato la zona, hanno sottolineato la necessità di un’azione urgente per alleviare la crisi.

Il convoglio di aiuti composto da 12 veicoli, scortato da truppe delle Nazioni Unite, è arrivato nella città di Rutshuru portando soprattutto medicinali e compresse per purificare l’acqua.

L’ONU ha detto di sperare che altri convogli di aiuti umanitari possano seguire a questo.

In particolare Theo Kapuku, agente del World Food Programme, ha affermato che si sta provvedendo all’invio di un team di persone per vedere se nei prossimi giorni è possibile portare aiuti a Rutshuru.


Tuttavia, mentre circa 50.000 sfollati hanno raggiunto Goma, altri hanno tentato di ritornare presso le loro abitazioni a piedi, attraversando territori detenuti dai ribelli e trovandosi, quindi, senza alcun riparo e senza acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>