Da settembre 2012 al bando i libri cartacei nelle scuole

di Vito Verna Commenta

La rivoluzione della scuola passerebbe anche dalla sostituzione dei libri cartacei con i più moderni libri digitali, altrimenti detti ebook.

La novità, fresca fresca, giunge come una ventata di novità insieme alla circolare n° 18/2012 del MIUR (ovverosia del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), a firma Francesco Profumo, titolare del succitato dicastero del Governo Monti, che riprende, corregge, esplica e specifica la circolare n°16/2009 del MIUR a firma Mariastella Gelmini: a partire dall’anno scolastico 2012/2013, dunque dal 1° settembre 2012, saranno letteralmente banditi, dalla scuole italiane pubbliche e private di ogni ordine e grado, i libri di testo esclusivamente cartacei.

DIMENSIONAMENTO SCUOLA PUBBLICA ENTRO GENNAIO 2012

Famiglie, case editrici, ed istituti di istruzione dovranno dunque attivarsi affinché, entro il primo giorno di scuola dell’anno scolastico venturo, ciascun studente italiano disponga di libri di testo che, pur prevedendo, comunque, una parte cartacea, siano interamente consultabili in versione digitale, previo scaricamento dei necessari file da internet o installazione degli stessi mediante cd-rom, grazie ai più moderni device tecnologici adatti allo scopo quali tablet pc, notebook e netbook ed eBook reader di ultimissima generazione.

LA SCUOLA RIPARTE SENZA SOLDI

A salvarsi, dunque, potrebbero essere solamente quei libri di testo che già oggi prevedano il conferimento al cliente, in seguito all’acquisto del bene, di un cd-rom o di un codice di accesso a determinate pagine internet (un po’ come avviene per gli abbonamenti alle testate giornalistiche più importanti che, da alcuni anni a questa parte, consentirebbero l’accesso sia ai contenuti cartacei sia ai contenuti digitali).

I PRECARI DELLA SCUOLA IN UN REALITY

Attenzione, però, alle scelte commerciali delle case editrici più importanti e moderne. Considerando questa circolare quale la prima di una lunga serie di ulteriori circolari, direttive e normative finalizzate all’unico scopo di rendere maggiormente agevole e rapido il ricambio generazionale derivante dalla sostituzione dei vetusti, pesanti e costosi libri cartacei con i più moderni, leggeri ed economici ebook, moltissimi editori italiani potrebbero già da quest’anno attrezzarsi per il totale e completo rinnovamento di ognuna delle proprie linee editoriali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>