Debito pubblico USA 2011

 
Vito Verna
26 luglio 2011
Commenta

Gli Stati Uniti d’America sono una delle nazioni con il debito pubblico più alto in assoluto o, per lo meno, con la crescita annua più consistente.

Negli ultimi 3 anni, infatti, nonostante le promesse di Barack Obama di impegnarsi per la riduzione del debito, esso è riuscito a crescere al ritmo record di 1.000 miliardi di dollari ogni 7 mesi.


Gli ultimi dati, rilasciati in data 28 febbraio 2011, parlano di debiti federali per oltre 14.000 miliardi (14.194,76), segnando un aumento di quasi 4 miliardi di dollari da che è cominciata l’amministrazione Obama.

A queste cifre dovrebbero essere aggiunte quelle relative al debito locale di ogni singolo stato e di ogni amministrazione che, però, non sono ancora stati rilasciati.

RISCHIO BANCAROTTA PER GLI USA

Il rischio più grave che oggi corrono gli USA, dovesse permanere codesta situazione d’indigenza, è quello del fallimento. Il 2 agosto 2011, infatti, secondo gli analisti, si supererà la soglia massima d’indebitamento, fissata per legge a 14.294 miliardi di dollari.

Il rischio concreto di default, che trascinerebbe con sé non soltanto gli Stati Uniti ma le maggiori economie europee che da essi dipendono, è oltretutto aggravato dalle beghe tra repubblicani e democratici che, nonostante gli appelli di Obama, non riescono a trovare un accordo in merito al reperimento dei fondi necessari a modificare la legge tutt’ora esistente e ad aumentare il traguardo massimo del debito scongiurando, o per lo meno ritardando, la bancarotta.

IL CASO MINNESOTA

Nel frattempo gli USA si trovano costretti ad affrontare il fallimento dello Stato del Minnesota, dichiarato pochi giorni fa dal governatore Mark Dayton, e a seguito del quale oltre 22.000 dipendenti pubblici sono rimasti senza lavoro causando la chiusura della quasi totalità delle infrastrutture (scuole, ospedali, autostrade, musei e quant’altro).

Il DISCORSO DEL PRESIDENTE DEL 25 LUGLIO 2011

http://www.youtube.com/watch?v=RyG0kFCx-qE

DEBITO PUBBLICO ITALIANO 2011

Il debito pubblico italiano, d’altro canto, non è da meno, avendo già fatto registrare un aumento del 2,5% rispetto a dicembre 2010. Allo stato attuale delle cose, dovessero le manovre finanziarie non riuscire nell’intento di sistemare i conti pubblici in breve tempo, il debito dello stato pesa su ogni cittadino ben 30.000 euro.

Articoli Correlati
Debito pubblico Usa è un problema politico

Debito pubblico Usa è un problema politico

Il problema del debito pubblico statunitense, in realtà, non è finanziario, bensì economico e politico e potrebbe cambiare le sorti delle future elezioni statunitensi.

Debito pubblico italiano 2011

Debito pubblico italiano 2011

Il debito pubblico italiano 2011 ha raggiunto la soglia dei 1.900 miliardi. Le soluzioni sono lotta all’evasione, aumento della pressione fiscale e taglio della spesa pubblica.

Rischio bancarotta per gli USA il 2 agosto 2011

Rischio bancarotta per gli USA il 2 agosto 2011

Il 2 agosto del 2011 infatti gli Stati Uniti d’America rischiano seriamente di andare in bancarotta per via dell’alto valore del debito che ha colpito lo stato..

Debito pubblico italiano 2010

Debito pubblico italiano 2010

L’Italia insieme ad altri due paese africani è lo stato più indebitato del mondo e fino a qualche anno fa aveva la compagnia dell’Argentina..

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento