Foto provocazione Gheddafi

di F.D. Commenta

Sulla foto scattata l'11 settembre del 1931 era presente Omar Al Muktar, definito anche "leone del deserto" eroe libico..

foto-provocazione-gheddafi

Gheddafi è sceso dall’aereo che lo ha accompagnato fino a Roma Ciampino vestito in alta uniforme da colonnello con, in più, una foto attaccata al petto.

Sulla foto scattata l’11 settembre del 1931 era presente Omar Al Muktar, definito anche “leone del deserto” eroe libico e leader della resistenza alla colonizzazione dell’Italia fascista in Libia impiccato poi il 16 settembre.


Oltre alla foto Gheddafi ha preferito sottolineare il ricordo portando con sè anche l’ultimo discendente di Al Muktar. Dopo l’abbraccio con Silvio Berlusconi e la colazione con Giorgio Napolitano è stata presentata al colonnello libico il programma dei tregiorni romani caratterizzato da molteplici appuntamenti tra cui il discorso al Senato.


L’opposizione ha però minacciato di non partecipare all’evento e alcuni esponenti del PD hanno addirittura minacciato di boicottare l’ingresso di Gheddafi a Palazzo Madama poichè, socondo loro, il colonnello libico non garantisce al suo popolo pieni diritti umani.

In ogni caso Gheddafi ha reso noto che al prossimo congresso ONU porterà una bozza di progetto per sconfiggere la pirateria al largo della Somalia caratterizzata da continui scontri per via di un governo poco stabile.

Napolitano auspica di trovare un accordo con la Libia per garantire stabilità e benessere a tutta l’area mediterranea. Gheddafi ha inoltre fatto sapere che i popoli palestinese e israeliano hanno il diritto di vivere in pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>